Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Sfratti, anni di residence, aggressioni razziste: l'odissea di Aicha

 

Dopo due sfratti e quattro anni in un residence ad Aicha, originaria del Marocco, due figli piccoli di due e otto anni, nel luglio scorso è stata assegnata una casa popolare in via Galopini, a Tor Bella Monaca. "Il boiler dell'acqua calda non funzionava, l'impianto elettrico da rifare, il pavimento rovinato e gli infissi tutt'oggi non si chiudono. Per questo sono rimasta nel residence fino a ottobre per effettuare i lavori". A rallentare il tutto la paura per l'ostilità di due condomini del palazzo: "Mi insultano ogni volta che inizio a fare i lavori e mi hanno anche aggredita mandandomi in ospedale". Intanto il Dipartimento Politiche Abitative, dopo aver effettuato dei controlli, ha deciso di toglierle l'alloggio.  

LEGGI L'ARTICOLO CON LA SUA STORIA

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento