menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Stefano Zaghis, Stefano Vignaroli, Angelo Diario

Da sinistra Stefano Zaghis, Stefano Vignaroli, Angelo Diario

Chi è Zaghis, il nuovo amministratore di Ama con cui Raggi voleva giocare a touch rugby

Pentastellato della vecchia guardia, ex portavoce di Marcello De Vito, ecco chi è Stefano Zaghis, nominato dalla sindaca alla guida di Ama

Classe '71, milanese trapiantato a Roma, con un passato da attivista grillino doc, Stefano Zaghis guiderà Ama in solitario. A poche ore dalle dimissioni dell'ormai quasi ex Cda della municipalizzata (Luisa Melara presidente, Paolo Longoni ad e Massimo Ranieri consigliere), la sindaca Raggi ha dato mandato agli uffici di avviare la procedura per la nomina del sostituto. In tempi, stavolta, rapidissimi. Nessun esame lungo mesi di curricula, come avvenne per il post Bagnacani. A questo giro Virginia pesca "in casa" e tira fuori un jolly che era lì da tempo. 

Economista, con esperienze varie in società di gestione di fondi immobiliari (ma nessuna in settori ambientali) è stato iscritto al Movimento Cinque Stelle tra il 2012 e il 2013, quando si candidò consigliere al XIV municipio per le comunali, in lista con Raggi. E ancora quell'anno ha ricoperto il ruolo di portavoce di Marcello De Vito, il presidente dell'aula Giulio Cesare oggi agli arresti domiciliari accusato di corruzione nell'ambito dell'inchiesta sullo stadio della Roma.

Pentastellato di fede ortodossa, ha spesso contestato le imposizioni dei vertici del Movimento sui portavoce del territorio. Esplicativo un vecchio post su Facebook. Correva l'anno 2014 e Zaghis applaudiva a Pizzarotti (ex sindaco di Parma cacciato dal Movimento) per il coraggio dimostrato nel guidare il comune emiliano in autonomia rispetto a diktat della Casaleggio. Ed esortava i quattro "capitani coraggiosi" che sedevano al tempo in Consiglio comunale (Raggi, Stefàno, De Vito, Frongia) a fare altrettanto. 

zaghis 2-2

Insomma, Raggi per il posto più delicato in assoluto, i vertici di una partecipata oggi più che mai al collasso, sceglie un nome della vecchia guardia. Un altro fedelissimo da piazzare in squadra, dopo i cambi in giunta e nello staff. Un altro segnale lanciato all'esterno da una sindaca che non si fida di nessuno se non di una ristretta cerchia di amici che ne condividono i trascorsi da attivista. E infatti sono in tanti a non sapere chi sia il neo amministratore di Ama.

Nella base a cinque Stelle, appresa la notizia della nomina, circola la domanda: "Ma chi è sto Zaghis?". Qualcuno, di militanza e di sostanza, condivide sui social e nelle chat il link di un vecchio post, di sei anni fa, in cui Zaghis veniva taggato insieme a nomi poi diventati famosi nel Movimento e in cui la sindaca, all'epoca non ancora consigliera, commentava con una proposta: "Anche se saremo pieni di cose da fare, vogliamo creare u una squadra a 5 stelle di Touch rugby (una versione 2.0 del più vintage acchiapparello ndr) e creare appuntamento fisso? Ad esempio prima c'è un'ora di incontro e discussione con gli eletti, poi si gioca. Pensate a che figata sarebbe aprire a tutti". 

acchhiapparello-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento