Stefano Fermante dal Comune alla Regione: guiderà la ricostruzione post sisma

L'ex ragioniere della giunta Raggi ha lasciato palazzo Senatorio a fine settembre "per motivi politici". Zingaretti lo ha scelto a capo del nuovo ufficio strategico che aprirà il 1 dicembre

Raggi e Fermante

Dalla ragioneria generale in Comune alla ricostruzione post sisma in Regione. Stefano Fermante è stato nominato a capo di un ufficio strategico che avrà il compito di curare la pianificazione urbanistica nelle aree colpite dai terremoti delle ultime settimane. A sceglierlo il presidente Zingaretti in qualità di vice Commissario per la ricostruzione. 

Fermante ha rimesso il suo incarico da ragioniere generale della macchina capitolina a fine settembre, nel caos nomine e lasciti della parte amministrativa deputata ai conti. Motivo dell'addio la "mancanza di un indirizzo politico". Da oggi sarà a fianco del governatore del Lazio, con il compito "di curare la pianificazione urbanistica connessa alla ricostruzione - spiega una nota - l'istruttoria per il rilascio delle concessioni per i contributi e tutti gli altri provvedimenti previsti per la ricostruzione privata".

L'ufficio speciale della Regione Lazio aprirà ufficialmente il prossimo 1 dicembre a Rieti in Via Cintia. Già nei prossimi giorni, comunque, sarà possibile avere informazioni e ritirare materiali e moduli utili ai cittadini del posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento