Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Roma metropolitane, la polizia sfonda il cordone: ferito Stefano Fassina

Lo scontro fisico è stato particolarmente duro e ha provocato la caduta e il ferimento del capogruppo di Sinistra Italiana in Campidoglio, Stefano Fassina, del segretario della Fp Cgil Roma e Lazio, Natale Di Cola, e del segretario generale della Uil di Roma e del Lazio, Alberto Civica

 

Ieri sera davanti alla sede di Roma Metropolitane si è arrivati allo scontro fisico quando un collaboratore dell'assessore capitolino alle Partecipate, Gianni Lemmetti, ha tentato di entrare nel palazzo che ospita la società e presidiato dai lavoratori a rischio licenziamento

Dopo un primo tentativo andato a vuoto, l'uomo si è fatto scortare da alcuni agenti di polizia che hanno forzato il blocco. A farne le spese sono stati i manifestanti dell'ultima fila del presidio, con sindacalisti e consiglieri comunali del Pd e di Sinistra italiana. Lo scontro fisico è stato particolarmente duro e ha provocato la caduta e il ferimento del capogruppo di Sinistra Italiana in Campidoglio, Stefano Fassina, del segretario della Fp Cgil Roma e Lazio, Natale Di Cola, e del segretario generale della Uil di Roma e del Lazio, Alberto Civica.

In via Tuscolana si è reso necessario l'arrivo di due ambulanze.  In particolare ad avere la peggio il parlamentare e consigliere comunale Stefano Fassina, rimasto schiacciato tra una porta e poi caduto. Fassina è tato soccorso, gli è stato applicato un collarino ortopedico ed è stato trasportato al San Giovanni. È stata poi soccorsa un'altra donna rimasta a terra sotto shock, mentre se la sono cavata con qualche botta gli altri sindacalisti rimasti coinvolti, Alberto Civica della Uil e Natale Di Cola della Cgil.

Dalla sindaca Raggi al Pd solidarietà all'onorevole Fassina da parte di tutto il mondo politico. [video agenzia Dire]
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento