menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Facebook Angelo Diario

Foto Facebook Angelo Diario

Tor di Quinto, lo stadio Paolo Rosi diventa la Casa dell'atletica romana

Approvata la delibera per la riqualificazione

Lo stadio Paolo Rosi diventerà la Casa dell'atletica romana. La delibera di giunta relativa alla struttura di via dei Campi Sportivi, zona Acqua Acetosa, è stata approvata oggi. Roma Capitale e la Federazione italiana di atletica leggera, Fidal, hanno raggiunto un accordo di cooperazione con l’obiettivo di riqualificare lo stadio partendo proprio dal ripristino del manto della pista di atletica e delle annesse pertinenze. L’obiettivo, fa sapere il Comune in una nota, è quello di promuovere valorizzare e diffondere lo sport ed in particolare l’atletica leggera nelle varie fasce d’età della popolazione, con particolare riguardo alle categorie disagiate e alla terza età. Verranno inoltre messe a disposizione ogni anno otto borse di studio per i giovani talenti dell’atletica romana.

"Diventerà un vero e proprio polo di riferimento e di aggregazione per le diverse specialità sportive dell’atletica" le parole dell'assessore allo Sport Daniele Frongia. "Grazie alla convenzione di Roma Capitale con la Fidal quest’ultima si impegna a ripristinare il manto della pista, restituendo così alla cittadinanza lo stadio in tutta la sua bellezza. Per l’Amministrazione promuovere lo sport come elemento qualificante la vita sociale e intendere l’attività sportiva come un percorso di integrazione e inclusione sociale, avvalendosi della collaborazione delle varie federazioni, del Coni e delle società sportive, è obiettivo primario da sempre. Siamo davvero orgogliosi, dopo anni di tentativi vani, di essere riusciti a sbrogliare la matassa e ad arrivare a una convenzione che porterà vantaggi tangibili per tutta la popolazione romana".

"La notizia che i frequentatori del Paolo Rosi hanno aspettato per anni finalmente è arrivata. Ricordo ancora le tante firme raccolte ormai più di cinque anni fa per una richiesta che a noi cittadini appariva semplice ma sembrava irrealizzabile: autorizzare la Fidal ad investire per migliorare un impianto comunale. Dopo l'immobilismo delle amministrazioni Alemanno, Marino e Tronca, annunciamo con soddisfazione che la convenzione è stata finalmente formalizzata" conclude il presidente della Commissione Sport Angelo Diario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento