Stadio della Roma, tra PD e M5s volano reciproche accuse: “Non lo volete fare”

Il Movimento 5 stelle accusa il Partito democratico di non voler realizzare lo stadio. Da parte Dem, la critica è del tutto speculare. Sullo sfondo resta il timore d'una nuova Conferenza dei servizi

Il parere del Comune e quello della Città metropolitana sono già arrivati. Sono entrambe favorevoli alla realizzazione dello stadio, anche se ciascuno ha presentato un elenco di prescrizioni. Mancano invece ancora quelli del Governo e, non ultimo, della Regione Lazio.

Il timore latente: un'altra Conferenza dei servizi

Se le criticità saranno superate, la strada per la realizzazione dello stadio non dovrebbe incontrare altri ostacoli. Viceversa, si andrebbe ad una nuova Conferenza dei servizi. Un’ipotesi che, probabilmente, non interessa a nessuno. Un eccessivo protrarsi dei tempi, è infatti temuto dagli attori in campo. Prova ne sia il clima che si sta respirando negli ultimi giorni.

Non vogliono lo stadio

Ad alzare il livello dello scontro, stranno provvedendo Centrosinistra e Movimento 5 stelle. “Il Partito democratico e la Regione Lazio a guida Zingaretti con i loro giochetti politici non fanno altro che dire bugie ai cittadini – si legge sulla pagina  facebook di Paolo Ferrara, capogruppo M5s in Campidoglio –  Non hanno il coraggio di dire una semplice verità ovvero che non vogliono lo stadio della Roma”.

Per il PD sono "di fatto pareri negativi"

Da parte democratica neppure sono mancati gli attacchi. “Sullo stadio della Roma si prevedono tempi lunghi. I pareri del Comune di Roma e della Citta' metropolitana, tutti e due a guida 5 stelle, sono pieni di pregiudizi ed eccezioni. Di fatto pareri negativi che renderanno difficile la nascita dell'infrastruttura. Ma i 5 Stelle - osserva il presidente della commissione Trasparenza Marco Palumbo (Pd) - sono stati sempre contro lo stadio: basta ricordare che senza i loro veti e le loro lotte interne lo stadio della Roma sarebbe gia' stato approvato dallo scorso febbraio". 

Il M5s accusa il PD

Secondo il capogruppo pentastellato, quella del presidente dela comissione trasparenza è solo strategia. “Quanto ci metterà la Regione ad esprimere il parere? – aveva domandanto con enfasi retorica il consigliere Ferrara in un  post pubblicato il 4 agosto –  Buttate giù la maschera e ammettete che state distruggendo il sogno dei cittadini e di tutti i tifosi della Roma”. Lunedì 7, il consigliere penstastellato è tornato sulla questione, rincarando la dose. “Venerdì abbiamo chiaramente detto che il Pd non vuole lo stadio – attacca Ferrara, riferendosi ad un suo precedente Post - abbiamo ricordato ai cittadini e ai tifosi romanisti che proprio il Pd del Campidoglio a giugno ha votato contro la delibera sul pubblico interesse del progetto di Tor di Valle”. In attesa del parere della Regione, il clima s'infuoca. E questa volta, non c'entra niente la torrida estate romana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento