Tor di Valle, la Giunta vara lo stadio 2.0: dimezzate le cubature, si punta sulla sostenibilità

La Giunta Capitolina ha approvato una memoria sul futuro stadio della Roma. Ass. Montuori: "Servirà per costruire entro i termini previsti la nuova delibera da sottoporre all'Assemblea Capitolina"

Due ponti ciclopedonali, un parco fluviale videosorvegliato, la messa in sicurezza del fosso di Vallerano. C’è anche  l’unificazione della via del Mare con l’Ostiense, nel tratto compreso tra il Raccordo Anulare e Marconi.  La Giunta Raggi  ha appena approvato una memoria sul progetto dello Stadio che contiene questi indirizzi. Servono a ridisegnare il futuro di Tor di Valle. Con il 50%  in meno di superficie utile per il "business park”, eliminando le torri e adottando, per tutte le opere coinvolte, materiali d'avanguardia e tecniche di costruzione a basso impatto ambientale e con elevati standard energetici. 

UN ATTO D'INDIRIZZO - “L’Amministrazione prosegue il più celermente possibile il lavoro su un progetto complesso, senza mai perdere di vista il bene e l’interesse pubblico in un quadro che consideri l’intero quadrante urbano. La memoria approvata oggi – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica ed alle  Infrastrutture Luca Montuori – contiene l’indicazione delle opere di interesse pubblico, le superfici e i principi generali per la realizzazione dell’intervento e servirà per costruire entro i termini previsti la nuova delibera da sottoporre all’Assemblea Capitolina, nella volontà di garantire l’interesse dei cittadini”.

LA MOBILITA' - Tra gli indirizzi che la Giunta Raggi ha approvato, c’è quello che prevede il  potenziamento della Roma-Lido sull’intera tratta. Cosa che, ha sottolineato l’assessora alla Città in Movimento Linda Meleo, produrrà “benefici enormi per una consistente fetta della popolazione”. Anzi, come ha precisato  Meleo, “la mobilità sostenibile ed efficace costituisce uno degli assi portanti del progetto per lo stadio di Tor di Valle”. Inoltre “ l'unificazione tra via del Mare e via Ostiense renderà più fluido il traffico in uno snodo cruciale per l'intero quadrante. Altro elemento cruciale risiede nell'implementazione dei percorsi ciclopedonali, puntando anche su bike park e bike sharing. Il miglioramento dei collegamenti non può, infatti, prescindere da una forte tutela della sostenibilità ambientale”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento