rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Politica

Stadio della Roma, approvazione slitta dopo il bilancio. Gualtieri: “Speriamo a inizio maggio”

La delibera sul pubblico interesse non è ancora arrivata al vaglio dell'Assemblea Capitolina. Sono in dirittura d'arrivo però i propedeutici pareri delle commissioni

Iniziare i lavori nel 2024 per poter mettere a disposizione l’impianto nel 2027, l’anno del centenario. E’ questa la roadmap che, sullo stadio della Roma a Pietralata, il sindaco Gualtieri aveva delineato. Tempi stretti, quindi, anche per completare l’iter amministrativo propedeutico all’avvio dei cantieri. Su questo aspetto, però, si registra un primo slittamento.

La delibera e l'assemblea capitolina 

Gualtieri, che con la sua Giunta lo scorso febbraio ha già firmato la delibera sulla pubblica utilità dell’operazione di Pietralata, aveva auspicato di riuscire ad ottenere il nulla osta anche dell’Aula Giulio Cesare per aprile. Una previsione che si è rivelata ottimistica. Per riuscirvi, infatti, avrebbe avuto bisogno di ricevere il parere favorevole di tutte le commissioni, sei in tutto, che si stanno dedicando alla vicenda dello stadio. Obiettivo che non è stato ancora raggiunto.

“Siamo in dirittura arrivo dell'esame dell'Assemblea capitolina della delibera di giunta che riconosce l'interesse pubblico al nuovo stadio della Roma e che consente di partire con un progetto che non prevede solo uno stadio, ma che riqualifica un intero quadrante” ha annunciato Gualtieri intervistato, nella mattinata del 20 aprile, su SkyTg24. L’arrivo, però, è stato spostato un po’ in avanti nel tempo.

Approvazione slittata a maggio

“Speriamo in un voto imminente, dopo una sessione di bilancio, la prima settimana di maggio” ha commentato Gualtieri, che ha poi spiegato quale sia il resto del lavoro da fare per far partire in cantieri, come aveva promesso, per il prossimo anno. La società della famiglia Friedkin, che negli ultimi giorni ha sostituito il CEO Pietro Berardi che tra vari compiti stava seguendo anche le pratiche sullo stadio, deve presentare il progetto definitivo, tenendo conto delle prescrizioni della delibera sul traffico e sui parcheggi, ed infine ci sarà la conferenza servizi decisoria e l'avvio dei cantieri”.

L’iter amministrativo per realizzare l’impianto sognato dai tifosi giallorossi a Pietralata, quindi, procede. Il TAR non ha accolto la richiesta di sospensiva che i comitati contrari all’operazione avevano invocato. E quindi, la pratica, può procedere secondo il percorso indicato dal sindaco. E nei prossimi giorni potrebbero arrivare anche i pareri delle commissioni che non lo hanno ancora rilasciato.

Un nuovo sopralluogo a Pietralata

“Domani andiamo a fare un sopralluogo congiunto, con la commissione lavori pubblici, sull’area in cui è previsto lo stadio – ha fatto sapere il presidente della commissione patrimonio Yuri Trombetti – a seguire, quindi nella stessa giornata, esprimeremo anche il nostro parere”. Un modo per ribadire al sindaco che lui può decidere quali siano i tempi della propria giunta e che invece, quelli dell'aula, siano i consiglieri e le commissioni a doverli dettare. In questo caso, dopo aver svolto gli approfondimenti, anche “in loco”, che la delicata operazione di Pietralata necessita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio della Roma, approvazione slitta dopo il bilancio. Gualtieri: “Speriamo a inizio maggio”

RomaToday è in caricamento