Politica Prima Porta / Via Tiberina

Stadio della Lazio, Raggi: "Aspetto ancora Lotito". I biancocelesti fermi al progetto del 2005

La Sindaca intervistata da RadioSei: "Dal presidente nessuna proposta, ho provato a sponsorizzare il Flaminio". Diaconale: "Rilanciamo stadio delle Aquile"

Per lo stadio della Roma "cantieri aperti entro l'anno", mentre per quello della Lazio l'incognita è grande. Concreta realizzazione e localizzazione (ancora) incerte. 

Il Campidoglio a trazione grillina, che dal canto suo non nasconde l'idea di vedere i biancocelesti al Flaminio, ancora non ha ricevuto alcuna proposta concreta dal presidente Claudio Lotito che pure, due anni fa, dopo il raggiungimento dell'accordo tra Comune e società giallorossa per l'impianto di Tor di Valle, aveva reclamato uno stadio di proprietà. 

Lotito respinge l'idea dello stadio Flaminio

Non di certo al posto dello storico impianto di viale Tiziano, ma da realizzare "secondo i propri criteri di localizzazione, di efficienza e di qualità, senza ricorrere allo stratagemma dello Stadio Flaminio che - aveva puntualizzato il patron biancoceleste - non ha alcun requisito e condizione oggettiva per essere lo stadio della Lazio”. 

La Lazio punta allo Stadio delle Aquile

Da li però il nulla. A Formello ancora sono fermi allo Stadio delle Aquile: il progetto depositato nel 2005 per la realizzazione di impianto sportivo e relativa cittadella su alcuni terreni di via Tiberina, all'estremo nord di Roma. Oltre agli evidenti ostacoli relativi a dissesto idrogeologico e rischio esondazioni, l'iter non è mai partito. Nonostante le ambizioni, fermo a quasi quindici anni fa. 

La Sindaca Raggi: "Da Lotito nessuna proposta"

Così le parole della Sindaca di Roma, Virginia Raggi, ospite di RadioSei gelano l'ambiente biancoceleste: "Quale stadio della Lazio?" - ha risposto la prima cittadina quando i conduttori le hanno chiesto se avesse visionato il progetto dello Stadio delle Aquile. 

"Sono in attesa che il presidente della Lazio mi formuli una proposta. In occasione di alcuni eventi ho provato a sponsorizzare lo stadio Flaminio, ho chiesto a Lotito se ci stesse pensando. Tuttavia quando il presidente vorrà formulare una proposta la valuteremo in base alle prescrizioni, alle possibilità che dà la legge, ai limiti urbanistici" - ha detto Raggi. 

La Lazio: "Rilanceremo progetto dello Stadio delle Aquile"

"Il presidente Lotito rilancerà il progetto dello stadio delle Aquile, depositato nel 2005. La nostra richiesta è una condizione di parità in città: contiamo di camminare sullo stesso piano della Roma" - ha replicato il portavoce del patron biancoceleste, Arturo Diaconale

Un rilancio del vecchio progetto, che la Lazio si è impegnata a rendere più moderno, che potrebbe forse già arrivare in occasione dell'imminente inaugurazione del centro sportivo di Formello dopo la ristrutturazione "che - ha aggiunto Diaconale - lo ha reso uno dei migliori d'Italia e d'Europa". 

Il busto di Bigiarelli a Piazza della Libertà

Ma oltre all'ambizioso progetto dello Stadio delle Aquile, la Lazio, in occasione dei 120 anni della società sportiva (il 9 gennaio 2020 ndr.), chiederà al Comune di mettere un busto commemorativo di Luigi Bigiarelli, fondatore della Lazio, in Piazza della Libertà. Proprio dove il 9 gennaio 1900 è nata l'idea della fondazione della società. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio della Lazio, Raggi: "Aspetto ancora Lotito". I biancocelesti fermi al progetto del 2005

RomaToday è in caricamento