Politica

Centro invaso da ambulanti: per combattere l'abusivismo arrivano i vigili dalle periferie

Con nota protocollata lo scorso 16 Aprile, il comandante Clemente ha disposto a tutti i gruppi della Polizia Locale, l'invio di rinforzi nel I Municipio. Sindacati sul piede di guerra: "Così si abbandona la periferia"

Piazze trasformate in suk fuori controllo e ambulanti che oltraggiano le bellezze dell'antica Roma. Il commercio abusivo sporca la vetrina monumentale della città, ostacolando il regolare commercio di negozi e boutique del centro storico. 

Ma il sindaco, complice l'Anno Santo in arrivo, è più deciso che mai a debellare la piaga. E già nei mesi scorsi ha inserito la lotta al commercio illegale tra le priorità della Polizia Locale. Le forze in campo però non bastano per sostenere un'operazione straordinaria e radicale. Tocca prenderle dove gli abusivi sono l'ultimo dei problemi. 

Così, con nota protocollata lo scorso 16 Aprile, il comandante Clemente ha disposto a tutti i gruppi della Polizia Locale, l'invio di rinforzi nel I Municipio. Di quante pattuglie parliamo? Due su dieci disponibili, un dato variabile a seconda delle esigenze.

I sindacati, sul piede di guerra, parlano di 4 al giorno, per un totale di 48 dai territori periferici, "compresi quelli in cui vi è meno personale perché obbligati a riposare in quanto si è già prestato il proprio servizio nelle giornate del sabato e la domenica". Un grosso rischio per le periferie, destinate a restare sguarnite tra cantieri eterni e traffico quotidiano da gironi danteschi. 

Da qui la lettera infuocata del Diccap Sulpl finita sul tavolo dei 15 minisindaci della città, insieme a un'altra missiva riportata da Repubblica a firma Cgil e Cisl. In entrambe si spiega ai presidenti lo stato dell'arte, invitandoli "alla resistenza". 

"I cittadini di questi Municipi non hanno pari diritti rispetto a quelli, oramai di fatto privilegiati, che abitano nel municipio centrale? I municipi diversi da quello del centro storico non hanno problemi di abusivismo commerciale? I presidenti di Municipio, a questo punto, hanno ancora ragione d'essere? Crediamo che la difesa del vostro ruolo non sia più rinviabile". 

Il Comandante Clemente conferma e spiega a Romatoday: "Dobbiamo fronteggiare in maniera decisa il fenomeno dell'abusivismo commerciale e per questo c'è bisogno di più uomini. In questi giorni stiamo riscontrando un'aggressività particolare da parte degli ambulanti". 

Il riferimento va al clima di tensione che sembra delinearsi dai fatti di cronaca. L'ambulante bengalese investito da un bus in via di San Gregorio al Celio mentre fuggiva dagli agenti del gruppo GSSU, le proteste della comunità bengalese in piazza il 20 Aprile contro la Polizia Locale, la vigilessa scippata da un abusivo dopo un sequestro di merce in zona Vaticano. 

"Forse perché toccati nel vivo dai nostri controlli - conclude Clemente - sono da un lato più resistenti e dall'altro più organizzati con assembramenti e manifestazioni non autorizzate". Come a dire, la richiesta di rinforzi non è senza ragione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro invaso da ambulanti: per combattere l'abusivismo arrivano i vigili dalle periferie

RomaToday è in caricamento