Politica

Sport, Funaro: "Regione Lazio spieghi criteri di distribuzione fondi"

Gady Funaro commenta l'articolo pubblicato dal Fatto Quotidiano sull'utilizzo dei fondi regionali per lo sport

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Apprendiamo che la Regione Lazio, nell'ambito dell'assegnazione dei fondi relativi alla messa in sicurezza degli impianti sportivi (la cosiddetta legge Bini), lascia ben 230 strutture pubbliche senza fondi, a vantaggio di centri privati extralusso". E' quanto dichiara Gady Funaro dell'Api, commentanto l'articolo pubblicato dal Fatto Quotidiano sull'utilizzo dei fondi regionali per lo sport.

"La Polverini dovrebbe spiegarci i motivi dell'esclusione delle 230 strutture pubbliche. Solo una settimana fa ci interrogavamo sull'obbligatorietà del defibrillatore in tutte le strutture sportive." continua Funaro "Oggi troviamo delle strutture private di recente costruzione e con costi elevati per gli utenti che beneficiano di contributi pubblici a scapito di una serie di piccole strutture, a volte obsolete, che offrono servizi a basso costo per i cittadini"

"La legge Bini" spiega il responsabile organizzativo nazionale di Api giovani "prende il nome di Alessandro Bini, ragazzo morto nel 2008 a causa di una grave carenza delle condizioni di sicurezza del campo in cui giocava. Il suo obiettivo dovrebbe essere quello di favorire la messa in sicurezza di tutti quegli impianti sportivi che, offrendo un servizio ai cittadini, mantengono dei prezzi accessibili a tutti".

"Oggi invece il senso della legge è stato stravolto" conclude Funaro "concedendo contributi a impianti di recentissima costruzione, che dovrebbero quindi essere stati costruiti con tutti i requisiti di sicurezza previsti dalla legge e questo è un fatto ancora più difficile da capire se si pensa che questi impianti offrono servizi a costi molto elevati"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport, Funaro: "Regione Lazio spieghi criteri di distribuzione fondi"

RomaToday è in caricamento