Politica

Spending review, Brozzi: “Tagliare gli sprechi, non le persone”

"Ci stiamo lentamente immolando su quell’altare di un dio demoniaco, che fino a ieri ha divorato carta moneta" 

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“Non si possono tagliare le persone, si devono tagliare gli sprechi. Ci stiamo lentamente immolando su quell’altare di un dio demoniaco, che fino a ieri ha divorato ‘carta moneta’, ma che adesso si sta cannibalizzando, iniziando a divorare carne umana, lavoratori, famiglie, nell’ordine delle migliaia di unità, senza, peraltro, che questo serva a  fermare lo spread.  Ma questo non è il nostro Dio, quello con il quale siamo cresciuti, il Dio dell’unione anziché della divisione, quello del ‘fai agli altri quello che vorresti venisse fatto a te’. Non ho dubbi da quale parte stia la Presidente Polverini. Noi intendiamo essere una ‘regione modello’ non solo perché rispetta le date e le scadenze sui bilanci o riesce a limare conti disastrosi, ma perché innova strutturalmente il sistema, elimina gli sprechi e assicura servizi rigorosi e rispettosi, allo stesso modo in cui lo sono i cittadini di questa Regione. Invece di tagliare i servizi, si proceda a tagliare le Governance, a sostituire l’egoismo con l’altruismo, perché solo in questo modo è possibile creare il bene comune”.
 
E’ quanto ha dichiarato Mario Brozzi, capogruppo della Lista Polverini, nel corso della odierna seduta del Consiglio regionale del Lazio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spending review, Brozzi: “Tagliare gli sprechi, non le persone”

RomaToday è in caricamento