Politica Anagnina / Via Salvatore Barzilai

Spaccio arte, il bilancio di Federica Angeli e la polemica con il VII Municipio

La delegata alle periferie tira le somme prima della pausa estiva

Stornelli e spettacoli teatrali nei luoghi dove la criminalità fa sentire di più il proprio peso. E’ stata questa la risposta messa in campo dal 10 aprile, attraverso Spaccio Arte.

Il sogno di Angeli

Da Ostia a San Basilio il progetto si è sviluppato in decine di tappe che hanno coinvolto molti municipi. Ora, prima delle vacanze estive, è arrivato il momento dei bilanci. “Occupare gli spazi dell’Antistato con #spaccioarte è stato un mio sogno realizzato - ha commentato Federica Angeli, delegata della sindaca alle periferie ed alla sicurezza - Insieme alla rigenerazione urbana e all'ascolto delle esigenze cittadine, portare le belle persone a sostituirsi in strada agli spacciatori è stata un'avventura meravigliosa”.

I ringraziamenti

Nel rallegrarsi per l’esito del progetto, di cui è stata promotrice, Angeli ha ringraziato le persone che l’hanno reso possibile. “Maurizio Fortini e la sua band con gli Stornelli e Angelo Maggi e i suoi gruppi di spettacoli teatrali”. Ma anche le persone che si sono prodigate nei territori, come gli ex minisindaci Mario Torelli (Municipio XI) e Roberta Della Casa (Municipio IV). 

Un ringraziamento particolare è stato dedicato alla Sindaca perchè “Ogni proposta o progetto che le ho proposto di lotta a gamba tesa contro i clan ha sempre sempre trovato il suo placet. "Contro le mafie hai carta bianca" mi disse all'inizio del mio mandato. E così in questi miei pochi mesi è stato” ha scritto Angeli nel suo post.

La tirata d'orecchie al Municipio VII

In uno dei territori più difficili, quello della Romanina, la delegata alle periferie scelta da Virginia Raggi ha voluto ringraziare “le mitiche donne del Comitato di Quartiere La Romanina, lasciate sole dal Municipio”. Aggiungendo che è “troppo difficile combattere con i fatti la mafia e non a parole”. Una sottolineature che non è piaciuta per niente a chi, quel municipio, lo governa.

La Romanina e la propaganda elettorale 

“Ci vuole coraggio a dire che il Municipio VII non si è battuto contro le mafie. Siamo stati noi che abbiamo istruito l’iter amministrativo e fatto abbattere 18 villette ai Casamonica - ha sottolineato la presidente Monica Lozzi, candidata alla carica di Sindaco con REvoluzioneCivica - Noi abbiamo dato la nostra disponibilità ad aiutare il Comitato di Quartiere ad ottenere tutti i permessi, ma non siamo stati disposti a mettere il simbolo del Municipio perché non appoggiamo SpaccioArte”. Un’iniziativa che Lozzi non ha esitato a definire “fumo negli occhi” e mera “propaganda elettorale”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio arte, il bilancio di Federica Angeli e la polemica con il VII Municipio

RomaToday è in caricamento