Politica Centro Storico / Lungotevere in Augusta

Sottopasso Ara Pacis: Todini vince la gara, ma è polemica

Alemanno: "Ha vinto Todini che ha fatto l'offerta migliore. "Entro due giorni la situazione sarà chiarita e l'assegnazione sarà definitiva"

Polemiche sulla gara per l'assegnazione dei lavori per il sottopasso dell'Ara Pacis che è stata vinta da Todini. Italia Nostra, invece, sostiene che non ci sia un vincitore per la gara per la realizzazione del sottopasso dell'Ara Pacis.

Alemanno quindi dopo la polemica innescata da Italia Nostra risponde che la gara “è stata vinta da Todini, che ha fatto l'offerta migliore. Ovviamente, per ogni assegnazione bisogna fare delle verifiche dal punto di vista economico e in più, la terza classificata ha fatto una nota che ha imposto altre verifiche.” Alemanno ha puntualizzato che "entro due giorni la situazione sarà chiarita e l'assegnazione sarà definitiva". Poi ha detto di aver sentito Meyer "preoccupato per aver letto sui giornali ha questione e ho confermato che il progetto è quello concordato insieme. Se non ci sono altre difficoltà, speriamo di poter aprire i cantieri a gennaio".
"La commissione di gara ha concluso all'inizio di agosto le sue valutazioni sulle offerte pervenute ed ha individuato quale migliore offerta quella presentata dal raggruppamento Todini", precisa l'assessore all'urbanistica di Roma Capitale Marco Corsini. "Appena conclusa la verifica di congruità dell'offerta, che è obbligatoria per legge e che è in corso oggi, il miglior offerente sarà formalmente proclamato aggiudicatario del lavoro. Non c'è stato alcun bluff dunque, ma solo un'informazione trasparente e tempestiva. Mi chiedo: stando così le cose, chi strilla lo fa perché non sa o perché non è in buona fede?", conclude Corsini.

Ma l'opposizione chiede di fare luce sulla vicenda. "La denuncia di Italia Nostra merita chiarezza. Il tutto è ancor più grave perché anche il Consiglio comunale era stato messo al corrente solo da dichiarazioni giornalistiche, provenienti da autorevoli esponenti della Giunta Alemanno, che questa gara era stata vinta dal Gruppo Todini - dichiara in una nota Massimiliano Valeriani, Consigliere comunale Pd e Presidente della Commissione Consiliare, Garanzia, Controllo e Traspaerenza del Comune di Roma - Ora, sempre secondo Italia Nostra, la notizia non è vera: non c'è ancora nessun vincitore in questa gara. A questo punto convocherò la Commissione Trasparenza per far luce sulla vicenda e sentiremo in commissione gli assessori e i dirigenti comunali preposti".

Il sottopasso, che permetterà la piena realizzazione del progetto di Meyer con al suggestiva terrazza sul Tevere, è l'ultimo capitolo di un disegno architettonico già piu volte contestato. Al centro delle polemiche il muretto a protezione della teca che secondo Meyer doveva schermare la "piazza" dal traffico ma che da molti è stato accusato di essere "tropo alto e ingombrante". Il sottopasso permetterà così di convogliare il traffico sul lungotevere e interrarlo di completare il progetto per aprire al grande teca verso il fiume.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sottopasso Ara Pacis: Todini vince la gara, ma è polemica

RomaToday è in caricamento