menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma Metropolitane, dal Tar sospensiva della liquidazione. Pressing su Raggi per il ritiro della delibera

Il ricorso sarà discusso il prossimo 6 novembre. Le opposizioni compatte contro l'amministrazione capitolina

Venerdì lo sciopero dei lavoratori per la gestione delle partecipate, sabato la sospensiva del Tar del Lazio sulla liquidazione della società Roma Metropolitane. Partecipate sempre più spina nel fianco dell'amministrazione Raggi. Ieri la notizia del provvedimento del Tar giunto a seguito del ricorso presentato da Stefano Fassina contro la delibera dell'amminsitrazione capitolina. 

"La sospensiva del Tar conferma le ragioni che abbiamo portato in queste settimane di scontro", spiega Fassina all'agenzia Dire. "Mancavano gli atti per arrivare alla scelta di liquidazione di Roma metropolitane. Ora rivolgo un appello alla sindaca Raggi affinchè non attenda la sentenza di merito, prevista per il 6 novembre, e ritiri la delibera, che e' una violazione delle regole fondamentali e del consiglio comunale. La Raggi costruisca all'interno della sua giunta le condizioni per riaprire un confronto serio e costruttivo con i sindacati". 

Le intenzioni dell'amministrazione capitolina appaiono però ben altre. L'assessore al Bilancio e al Coordinamento strategico delle Partecipate di Roma Capitale Gianni Lemmetti in una nota spiega: "Attendiamo la decisione nel merito dell’istanza cautelare su Roma Metropolitane che il Tar del Lazio prenderà il 6 novembre". Quindi il responsabile dei conti capitolini aggiunge: " “Abbiamo fiducia nell’operato dei giudici amministrativi e nella correttezza del nostro lavoro. Non possiamo far a meno di notare che il presidente del Collegio sindacale di Roma Metropolitane, che ha accertato le cause di liquidazione della società per riduzione del capitale sociale al di sotto del limite legale, ora chieda l’annullamento della stessa liquidazione, cercando di interrompere la legittima attività del socio Roma Capitale".

Nel merito il Tar si esprimerà il 6 novembre. Dieci giorni che si annunciano carichi di polemiche e che già lunedì potrebbero vivere una giornata importante. Prevista infatti l'assemblea dei soci con la liquidazione all'ordine del giorno. Dalle opposizioni l'appello alla sindaca è quello a ritirare la delibera. Il Pd in Campidoglio con una nota: "La notizia della sospensiva del TAR sulla delibera di liquidazione di Roma metropolitane è fondamentale per evitare che l'azienda porti lunedi i libri in tribunale. Il ricorso Fassina, Melara e Santucci con l'affiancamento dei sindacati ha avuto successo. Questo dimostra la fondatezza delle ragioni della battaglia d'aula che il gruppo PD, le opposizioni tutte, i lavoratori, i sindacati, l'azienda, hanno condotto con fermezza in questi giorni. Questo dimostra che la Sindaca ancora una volta sbaglia!". "Già da lunedì", prosegue la nota, "come gruppo PD Campidoglio metteremo in campo ulteriori azioni tese a tutelare i servizi ai cittadini, i posti di lavoro, la prosecuzione dei lavori per metro c e la messa in sicurezza delle linee A e B. Raggi ora basta!". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento