Sos diritti e legalità: il 20 febbraio assemblea pubblica per riformare l’accesso alla professione forense

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Giovedì 20 Febbraio alle ore 18.00 in Via Appia Nuova 361/A si svolgerà l'assemblea pubblica "Per una riforma dell'accesso alla professione forense", organizzata dall'associazione SOS Diritti e Legalità.

L'incontro è aperto al contributo di tutti i praticanti legali, gli studenti di giurisprudenza nonché tutti gli operatori del diritto al fine di discutere sul tema della recente riforma dell'accesso alla professione legale. Sarà un'occasione per elaborare proposte alternative sul futuro che ci riguarda.L'incontro vuole riaccendere l'interesse politico da troppo tempo spento, sul futuro di migliaia di laureati in giurisprudenza la quale carriera professionale viene, oggi, fortemente limitata ed ostacolata.

"Siamo consapevoli che oggi una riforma per l'accesso alla professione forense per i praticanti avvocati appare necessaria ed urgente. L'avvocatura non può e non deve chiudersi in una "casta" professionale, ma deve essere libera e aperta anche per i nuovi laureati in giurisprudenza. Questo sistema svilisce e contrasta con la qualifica di "libero professionista", qual è appunto quella dell' avvocato, e che di per sè non tollera alcuna limitazione di esclusivo carattere corporativo. In conclusione chiediamo che lo svolgimento del previsto esame di avvocato venga svolto subito dopo la laurea o in alternativa, la sua abolizione". Afferma Diana Pierdicca, presidente dell'associazione SOS Diritti e Legalità.

Torna su
RomaToday è in caricamento