Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

Se a Roma si votasse oggi: Pd primo partito, Meloni Sindaco vince tutti i ballottaggi

Il sondaggio di Tecné per l'Agenzia DIRE indica la leader di Fratelli d'Italia come favorita. Tra i partiti Pd primo al 24%, FdI al 20, Lega e M5s terzi con il 18%

Giorgia Meloni "piglia tutto". A meno di due anni dalle amministrative 2021 a Roma è già toto elezioni e nella Capitale, se si votasse oggi, a trionfare sarebbe la leader di Fratelli d'Italia. E' questo il dato che emerge dal sondaggio realizzato da Tecné per l'Agenzia DIRE sulle intenzioni di voto a Roma in vista delle prossime amministrative, sulle liste e possibili candidati a sindaco. 

Sindaca Raggi bocciata, i romani incoronano Meloni

Se otto romani su dieci bocciano la Sindaca Virginia Raggi e non la voterebbero (lo farebbero solo 10 su 100), la favorita in caso di candidatura sarebbe Giorgia Meloni, seguita da Carlo Calenda e Alessandro Di Battista

Se Virginia Raggi prendere meno preferenze del M5s e del collega di MoVimento Di Battista (Raggi 10%, Di Battista 11%, M5s 18%), Meloni con il suo 27% emerge anche sul proprio partito che, con un exploit rispetto alle amministrative del 2016 (12,27% ndr.), secondo il sondaggi di Tecné, si assesterebbe come seconda forza politica della Capitale. 

Raggi bocciata da 8 romani su 10: la Sindaca "perde" anche la sfida con Di Battista

Intenzioni di voto Roma: Pd primo partito, indietro Lega e M5s

Si perchè per quanto riguarda le intenzioni di voto ai partiti il Pd risulterebbe primo a Roma con il 24% dei voti. Come detto exploit di Fratelli d'Italia, al 20%. Lega e M5S appaiati sul gradino più basso del podio al 18%

Molto più indietro +Europa e Forza Italia, entrambi al 6%, Italia Viva con il 3% e La Sinistra con il 2% (altri partiti 3%). Significativo il dato dell'astensione, che raggiunge il 41%. 

Toto candidati sindaco: piace Meloni, Dibba (poco) meglio di Raggi

Oltre all'uscente Sindaca Raggi il sondaggio di Tecné per l'Agenzia DIRE, presentato a Palazzo Madama, ha esplorato altre tre possibili figure. Per il Movimento Cinque Stelle l'alternativa vagliata è quella di Alessandro Di Battista: il nome del 'pasionario' del M5S viene però promosso solo dal 12% degli intervistati, mentre il 65% lo boccia (il 23% non risponde). Per il centrodestra l'ipotesi sondata è quella di Giorgia Meloni: giudizio positivo per il 27%, negativo per il 54% (il 19% non si esprime). Il centrosinistra nel sondaggio è rappresentato da Carlo Calenda: il 20% dei cittadini interrogati ne giudica positivamente la candidatura, il 56% dà un voto inferiore al 6 (il 24% si astiene).

Giorgia Meloni Sindaco vincerebbe primo turno e ballottaggi

In una corsa a tre al primo turno, Giorgia Meloni sarebbe avanti con il 27%, inseguita da Calenda al 19%. Per il M5S al variare del candidato le cose cambierebbero di molto poco: Raggi raccoglierebbe il 10%, Di Battista l'11. Nelle sfide a due, Meloni risulta vincitrice in ogni duello: Raggi e Di Battista raccoglierebbero rispettivamente il 12 e il 13% con Meloni staccata al 28% (astensione tra gli intervistati rispettivamente al 60 e al 59%). 

Carlo Calenda outsider

Solo Calenda in un eventuale ballottaggio potrebbe impensierire la leader di Fdi, con il 20% a fronte dello stabile 28% di Meloni (l'astensione in questo caso scende al 53%).

I romani fissano le priorità: rifiuti, strade e trasporti

Ma se con la tornata elettorale ancora lontana sui nomi dei candidati si può ipotizzare, i romani fissano invece le priorità della città: il 48% indica la gestione dei rifiuti come priorità assoluta, seguito a distanza dal 15% che punta il dito sulla manutenzione di strade e marciapiedi e dal 9% che preferirebbe interventi immediati sui trasporti.

Dalla raccolta dei rifiuti ai bus: servizi bocciati

Al momento bocciati in blocco gran parte dei servizi: dai rifiuti ai trasporti, male la situazione del traffico e dei parcheggi. 

Giudicati gravemente insufficienti la gestione dell'immigrazione (71%), le politiche per la casa 66%), l'efficienza dei servizi della Pa (70%) e i servizi per anziani e disabili (67%). Negativa anche la percezione su sicurezza (64%), cura dei quartieri (73%), decoro e illuminazione (73%)

A Roma, a quanto riporta il sondaggio Tecnè per DIRE, a salvarsi sono solo gli eventi culturali e di intrattenimento (con un indice di apprezzamento - voti da 6 a 10 - pari al 53%) e la cura del patrimonio artistico e culturale (52), vicini alla sufficienza anche i servizi al turismo (47) e la cura del Centro storico (45).
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se a Roma si votasse oggi: Pd primo partito, Meloni Sindaco vince tutti i ballottaggi

RomaToday è in caricamento