Se a Roma si votasse oggi: Pd primo partito, Meloni Sindaco vince tutti i ballottaggi

Il sondaggio di Tecné per l'Agenzia DIRE indica la leader di Fratelli d'Italia come favorita. Tra i partiti Pd primo al 24%, FdI al 20, Lega e M5s terzi con il 18%

Giorgia Meloni "piglia tutto". A meno di due anni dalle amministrative 2021 a Roma è già toto elezioni e nella Capitale, se si votasse oggi, a trionfare sarebbe la leader di Fratelli d'Italia. E' questo il dato che emerge dal sondaggio realizzato da Tecné per l'Agenzia DIRE sulle intenzioni di voto a Roma in vista delle prossime amministrative, sulle liste e possibili candidati a sindaco. 

Sindaca Raggi bocciata, i romani incoronano Meloni

Se otto romani su dieci bocciano la Sindaca Virginia Raggi e non la voterebbero (lo farebbero solo 10 su 100), la favorita in caso di candidatura sarebbe Giorgia Meloni, seguita da Carlo Calenda e Alessandro Di Battista

Se Virginia Raggi prendere meno preferenze del M5s e del collega di MoVimento Di Battista (Raggi 10%, Di Battista 11%, M5s 18%), Meloni con il suo 27% emerge anche sul proprio partito che, con un exploit rispetto alle amministrative del 2016 (12,27% ndr.), secondo il sondaggi di Tecné, si assesterebbe come seconda forza politica della Capitale. 

Raggi bocciata da 8 romani su 10: la Sindaca "perde" anche la sfida con Di Battista

Intenzioni di voto Roma: Pd primo partito, indietro Lega e M5s

Si perchè per quanto riguarda le intenzioni di voto ai partiti il Pd risulterebbe primo a Roma con il 24% dei voti. Come detto exploit di Fratelli d'Italia, al 20%. Lega e M5S appaiati sul gradino più basso del podio al 18%

Molto più indietro +Europa e Forza Italia, entrambi al 6%, Italia Viva con il 3% e La Sinistra con il 2% (altri partiti 3%). Significativo il dato dell'astensione, che raggiunge il 41%. 

Toto candidati sindaco: piace Meloni, Dibba (poco) meglio di Raggi

Oltre all'uscente Sindaca Raggi il sondaggio di Tecné per l'Agenzia DIRE, presentato a Palazzo Madama, ha esplorato altre tre possibili figure. Per il Movimento Cinque Stelle l'alternativa vagliata è quella di Alessandro Di Battista: il nome del 'pasionario' del M5S viene però promosso solo dal 12% degli intervistati, mentre il 65% lo boccia (il 23% non risponde). Per il centrodestra l'ipotesi sondata è quella di Giorgia Meloni: giudizio positivo per il 27%, negativo per il 54% (il 19% non si esprime). Il centrosinistra nel sondaggio è rappresentato da Carlo Calenda: il 20% dei cittadini interrogati ne giudica positivamente la candidatura, il 56% dà un voto inferiore al 6 (il 24% si astiene).

Giorgia Meloni Sindaco vincerebbe primo turno e ballottaggi

In una corsa a tre al primo turno, Giorgia Meloni sarebbe avanti con il 27%, inseguita da Calenda al 19%. Per il M5S al variare del candidato le cose cambierebbero di molto poco: Raggi raccoglierebbe il 10%, Di Battista l'11. Nelle sfide a due, Meloni risulta vincitrice in ogni duello: Raggi e Di Battista raccoglierebbero rispettivamente il 12 e il 13% con Meloni staccata al 28% (astensione tra gli intervistati rispettivamente al 60 e al 59%). 

Carlo Calenda outsider

Solo Calenda in un eventuale ballottaggio potrebbe impensierire la leader di Fdi, con il 20% a fronte dello stabile 28% di Meloni (l'astensione in questo caso scende al 53%).

I romani fissano le priorità: rifiuti, strade e trasporti

Ma se con la tornata elettorale ancora lontana sui nomi dei candidati si può ipotizzare, i romani fissano invece le priorità della città: il 48% indica la gestione dei rifiuti come priorità assoluta, seguito a distanza dal 15% che punta il dito sulla manutenzione di strade e marciapiedi e dal 9% che preferirebbe interventi immediati sui trasporti.

Dalla raccolta dei rifiuti ai bus: servizi bocciati

Al momento bocciati in blocco gran parte dei servizi: dai rifiuti ai trasporti, male la situazione del traffico e dei parcheggi. 

Giudicati gravemente insufficienti la gestione dell'immigrazione (71%), le politiche per la casa 66%), l'efficienza dei servizi della Pa (70%) e i servizi per anziani e disabili (67%). Negativa anche la percezione su sicurezza (64%), cura dei quartieri (73%), decoro e illuminazione (73%)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Roma, a quanto riporta il sondaggio Tecnè per DIRE, a salvarsi sono solo gli eventi culturali e di intrattenimento (con un indice di apprezzamento - voti da 6 a 10 - pari al 53%) e la cura del patrimonio artistico e culturale (52), vicini alla sufficienza anche i servizi al turismo (47) e la cura del Centro storico (45).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento