Giugliano: "Solidarietà ai lavoratori del centro di educazione motoria del Forlanini"

"Non si può imporre ai lavoratori di accettare forme di privatizzazione contrattuali in cambio di stabilizzazione dei loro contratti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Oggi i lavoratori del CEM- Centro Educazione Motoria al Forlanini di Roma sono saliti sulle impalcature a oltranza per protestare contro l'ipotesi di chiusura del reparto, informati che dal 1 Aprile riceveranno un contratto privato, a fronte della promessa regolarizzazione.

Non si può imporre ai lavoratori di accettare forme di privatizzazione contrattuali in cambio di stabilizzazione dei loro contratti.

La complicata situazione finanziaria della sanità della Regione Lazio infatti, non può essere risolta senza tutelare i lavoratori e garantire un servizio sanitario pubblico ed accessibile a tutti.

Con l'ipotesi di dismissione della struttura del Forlanini e la privatizzazione del CEM si corre il rischio di contrarre l'offerta sanitaria pubblica favorendo di fatto logiche di profitto che ben poco hanno a che fare con la tutela della salute dei cittadini.

Dichiaro tutta la mia solidarietà ai lavoratori del CEM che hanno deciso di passare la notte sulle impalcature per difendere il loro diritto al lavoro ed il diritto dei cittadini ad una sanità pubblica e per tutti.

Lo dichiara in una nota Manuel Giugliano, Consigliere SEL - Municipio Roma XII

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento