menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Campidoglio difende il bilancio: “Nessun taglio al sociale, protesta sindacati strumentale”

Gli assessori Lemmetti e Mammì rispondono alla manifestazione dei sindacati contro la decurtazione delle risorse destinate ai più fragili: “Stessa somma dell’anno scorso, potrà essere incrementata”

“Un possibile taglio di 190 milioni, che si tradurrebbe in una  riduzione di 4 milioni di ore di assistenza ai più fragili e 3000 posti di lavoro a rischio. Un colpo brutale all’assistenza territoriale”. Così ieri i sindacati scesi in piazza per manifestare contro il taglio dei fondi al Sociale rintracciato nel Bilancio previsionale del Comune: quello votato in giunta il 24 dicembre e recapitato ai parlamentini con pochissimi giorni di anticipo per l'espressione del parere. Dal centro alle periferie non sono mancati malumori e proteste.

Il Comune risponde ai sindacati in protesta contro i "tagli al sociale"

Ma il Campidoglio tiene la barra dritta e risponde alle critiche. “L'impegno della nostra Amministrazione per le categorie più deboli è stato continuo e innegabile. Anche quest’anno abbiamo approvato un bilancio che, nonostante le perdite di gettito dovute alla pandemia e nell'attesa di ulteriori ristori statali previsti nei prossimi mesi, continua a garantire i servizi sociali: il Bilancio di previsione stanzia nel 2021, per i servizi erogati dal Dipartimento Politiche sociali e dai Municipi, la stessa somma spesa nel 2020, circa 360 milioni di euro” - ha scritto in una nota l’assessore al Bilancio di Roma Capitale Gianni Lemmetti, assicurando come la cifra potrà essere incrementata con successive rimodulazioni e variazioni. E’ successo anche lo scorso anno con 70 milioni di euro di risorse aggiuntive nella spesa per il sociale. 

 

“I numeri diffusi oggi da alcune organizzazioni sindacali e associazioni - aggiunge Lemmetti - vengono quindi utilizzati in modo improprio: quelle somme infatti comprendono altre spese, come quelle per i dipendenti comunali, le manutenzioni o i mutui, che non vanno a incidere direttamente sulla quantità e qualità dei servizi sociali offerti. Parlare di tagli è ingiustificato e risponde solo all’esigenza politica di allarmare i cittadini: niente di più sbagliato in questo momento”.

L'assessora al Sociale: "Nessun taglio nel bilancio, confronto aperto"

"Il Dipartimento Politiche Sociali non ha rilevato tagli nei bilanci di competenza e siamo in costante raccordo con l’Assessorato al Bilancio. In ogni caso, consapevoli del lavoro fatto e delle difficoltà del momento, - ha detto l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, Veronica Mammì - abbiamo aperto un tavolo di confronto con i Municipi per ascoltare le loro richieste”. Oggi l’incontro. La manifestazione che si è svolta alla vigilia del confronto, accusa l’assessora, “sembra quindi essere stata organizzata solo per strumentalizzare le categorie più deboli a fini esclusivamente politici”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento