Smog: Roma tra le peggiori 25 città in Europa per i danni causati dall’inquinamento

Lo studio prende in esame gli effetti dello smog sulla qualità della vita in 432 città Europee. Scacchi (Legambiente): “Per la qualità dell’aria ci vuole una poderosa cura del ferro ferma invece da venti anni”

Altro record negativo per la Capitale. In base ad uno studio condotto su 432 città Europee dalla società di consulenza CE Delf, Roma è risultata essere una delle metropoli in cui si pagano maggiormente gli effetti dell’inquinamento atmosferico.

La ricerca, cui ha collaborato Legambiente, ha messo in relazione i costi correlati allo smog con il numero di auto in circolazione e con lo sviluppo del trasporto pubblico. A determinare i costi contribuiscono fattori che indicano una riduzione delle aspettative di vita, come i ricoveri ospedalieri e gli impatti indiretti sulla salute. Questa spesa, in Italia, ha un  valore medio di 1400 euro per ogni cittadino, equivalente a circa il 5% del PIL. In Europa è più bassa e si attesta 1250 euro con una percentuale del 3,9%.

Nella classifica che deriva da questo studio, Milano conquista il podio, finendo al secondo posto. Subito dopo Bucarest. Torino è al nono ma neppure a Roma va troppo bene: la Capitale infatti è la 17esima città per i costi causati dall’inquinamento atmosferico. Secondo Andrea Poggio, responsabile mobilità Legambiente “il costo dell'inquinamento, aggravato quest'anno alla pandemia Covid19, è particolarmente pesante per i redditi più bassi: l’inquinamento, come il Covid colpisce tutti, ma chi è più povero fatica a mitigarne gli effetti ed accedere alle cure”.

I capoluoghi con l'aria più inquinata: Roma sfiora il podio

Per quanto riguarda il dato emerso nella Capitale, si possono fare delle considerazioni molto stringenti. “L’altissimo tasso di motorizzazione di Roma, ha una ricaduta ambientale che vediamo davanti a noi tutti giorni, con strade, monumenti e spazi invasi dal traffico veicolare, causando un inquinamento atmosferico” ha fatto notare  Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio.

Quali sono i fattori, oltre all’elevato numero delle auto, che contribuiscono a soffocare l’aria dei romani?  Secondo Scacchi la pessima performance di Roma è attribuibile alla  “mancanza di una rete forte e diffusa di trasporto su ferro, con pochi tram e pochissime metropolitane soprattutto in confronto con tutte le altre grandi città del continente”. 

Per uscirne,”ci vuole una poderosa cura del ferro ferma invece da venti anni, un rilancio in totale sicurezza del TPL, il sostegno a tutta la mobilità nuova, da quella ciclabile alla micromobilità elettrica; il tutto per abbattere il numero di veicoli circolanti a partire da un blocco progressivo ma incessante dei Diesel che ora sembra essere completamente dimenticato”. 

Costi sociali smog-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento