Politica

Nuova vita per gli alberi di Natale, come smaltirli con Ama: tutte le informazioni

Ultimi giorni per la consegna: dove e come conferire abeti naturali e artificiali

Festività ormai alle spalle e alberi di Natale, tolti addobbi e lucine, da restituire all'ambiente. Prosegue la raccolta straordinaria gratuita di alberi naturali, promossa da Ama in collaborazione con l’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale e il Comando Unità per la Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri. 

Alberi di Natale la raccolta di Ama

Già da dopo l’Epifania tutti i 14 centri di raccolta dell’azienda capitolina per l’ambiente sono a disposizione dei romani per la consegna degli abeti.

Le strutture, aperte tutti i giorni e dislocate nei municipi della Capitale, sono disponibili anche nel week end 13 e 14 gennaio, il primo post festivo, con i seguenti orari: il 13 gennaio dalle 7 alle 12 e dalle 14 alle 19 (tranne quelli di via Giovanni da Empoli e La Storta aperti dalle 15 alle 18); domani domenica 14 gennaio, invece, l’orario è per tutti  dalle 7 alle 13 (tranne via Giovanni da Empoli e La Storta chiusi). 

Abeti di Natale da restituire alla Natura

Grazie a questa campagna, che giunge al tredicesimo anno, tutti gli alberi raccolti potranno essere, in ogni caso, restituiti alla natura. 

Ama provvederà, insieme al Comando Unità per la Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri, a selezionare gli abeti e a verificare se vi siano piante in condizioni tali da essere trasportate e ripiantate presso la sede del Comando di Arcinazzo Romano. Gli abeti così recuperati verranno destinati ad iniziative di educazione ambientale. 

Gli alberi di Natale diventano compost

Gli alberi che non sono in condizione di essere ripiantati, invece, saranno condotti all’impianto Ama di Maccarese per essere trasformati in compost, un ammendante naturale di qualità con cui si possono concimare piante in vaso o da giardino. 

 Abeti artificiali: come smaltirli

Gli abeti di Natale artificiali, a differenza di quelli naturali, sono realizzati con materiali che non è possibile riciclare e, quindi, al termine della loro vita devono essere necessariamente smaltiti.

Gli alberi sintetici di dimensioni ridotte (30-40 cm max) e senza luminarie possono essere gettati nei cassonetti riservati ai materiali non riciclabili.

Gli abeti artificiali di dimensioni superiori o dotati di componenti elettriche e luminose vanno invece conferiti, come tutti gli altri materiali ingombranti ed elettronici, presso i Centri di raccolta aziendali.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova vita per gli alberi di Natale, come smaltirli con Ama: tutte le informazioni

RomaToday è in caricamento