rotate-mobile
Politica Ostia / Via Isole del Capo Verde

Il Simply di Ostia non passa a Conad, doccia fredda per i lavoratori: 40 in cassa integrazione

Sfumato anche il passaggio al gruppo Tuodì che aveva garantito la piena occupazione. Contucci (UilTucs): “Operazione compromessa da qualcuno che si è messo di traverso”

Sembrava fatta invece per i lavoratori del Simply di Ostia è arrivata la doccia fredda: il supermercato di via delle Isole del Capo Verde, travolto dall’operazione di acquisizione di Auchan da parte di Conad, non è passato di insegna. Così 40 addetti sono finiti in cassa integrazione. 

Chiuso il Simply di Ostia: 40 lavoratori in cassa integrazione

Sfumata la possibilità di diventare un Conad, a Ostia le speranze dei lavoratori si erano riaccese con l’interessamento del gruppo Tuodì: anche il supermercato del X Municipio doveva essere insieme a quei tredici in tutta Roma rilevati e riavviati da Tuodì, come Fresco Market o InGrande, senza perdite occupazionali. Passaggio previsto il 29 settembre. Ma così non è stato. 

Dopo Conad sfumato anche il passaggio a Tuodì

“Siamo sconcertati. Le organizzazioni sindacali hanno firmato il passaggio del ramo d’azienda con tutti i lavoratori dentro. L’ex Simply di Ostia nell’intera operazione Tuodì era tra quelli strutturalmente più congeniali al passaggio: eppure qualcuno si è messo di traverso, compromettendo la buona riuscita di un’operazione che avrebbe salvaguardato tutti i posti di lavoro” - ha detto a RomaToday Alessandro Contucci, segretario regionale UilTucs. “Bisognerà capire in favore di chi e se con le stesse garanzie di piena occupazione”. 

Serrande abbassate al Simply di via delle Isole del Capo Verde

“Una chiusura improvvisa che colpisce un settore essenziale per l'economia del territorio, i lavoratori e le loro famiglie. Auspico che il supermercato possa riaprire e che le Istituzioni si attivino per individuare possibili acquirenti interessati" - ha scritto in una nota il consigliere capitolino della Lega, Davide Bordoni, sottolineando come la chiusura di quel supermercato rappresenti anche “un danno che si estende alle attività vicine”. 

A risentire della riduzione dei flussi e del passaggio anche il negozio di telefonia all'interno della struttura e il bar all'esterno. “E' fondamentale riaprirlo presto per ridare il lavoro ai dipendenti e restituire un centro di distribuzione alimentare ai cittadini di Ostia". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Simply di Ostia non passa a Conad, doccia fredda per i lavoratori: 40 in cassa integrazione

RomaToday è in caricamento