Monterotondo, sabato di manifestazioni. Il candidato di centrodestra: "Mi appello al buonsenso, si eviti la violenza"

"Sono preoccupato che il clima di tensione tra parti possa portare a gravi disordini in questa città alla vigilia di una elezione comunale"

Simone Di Ventura, candidato sindaco di una lista civica sostenuta da partiti di centrodestra, rompe il silenzio sulle proteste che sabato porteranno a Monterotondo attivisti di Casapound, per un gazebo, e antifascisti per un contro corteo di protesta. Lo fa con una nota inviata a RomaToday per replicare all'articolo nel quale Fulvio Benelli, della civica Voglio Vivere Così, lo accusava di non aver preso posizione. 

"Apprendo dal Vostro giornale", spiega Di Ventura, "che Casapound sarà presente sabato 18 maggio a Monterotondo con un gazebo elettorale in quanto forza politica in corsa per elezioni Europee. Non sappiamo se il Prefetto abbia rilasciato le autorizzazioni necessarie per motivi di ordine pubblico, e sono preoccupato che il clima di tensione tra parti politiche contrapposte che sta investendo le piazze, le università, possa portare a gravi disordini in questa città alla vigilia di una elezione comunale dove tra l’altro Casapound non presenta candidati, né una propria lista o un candidato sindaco"

Quindi Di Ventura prova a lanciare un appello: "Mi auguro e faccio leva sul buonsenso comune, perché i rispettivi estremismi non sfocino in atti di violenza di cui Monterotondo non ha certamente bisogno".

Il candidato sindaco quindi replica alla definizione di candidato della Lega: "Il vostro articolo mi indica inoltre come candidato della Lega. Sono un candidato civico, espressione di liste locali e sostenuto dai partiti del centro destra, quindi Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento