rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Politica

Periferie più illuminate e videosorvegliate: ecco la mappa degli interventi promessi da Gualtieri 

I principali sono previsti per il quadrante est di Roma. L'amministrazione utilizzerà una parte di fondi provenienti dal ministero dell'Interno

Nuove reti di telecamere e nuovi impianti di illuminazione contro lo sversamento dei rifiuti, gli episodi di microcriminalità ai danni dei residenti, lo spaccio e la prostituzione. Così l'amministrazione tenta di mettere un freno alle denunce in arrivo dei municipi sul fronte della sicurezza urbana, carente in tanti territori specie se periferici. Parliamo di circa un milione e mezzo di euro che verranno investiti sui territori, provenienti da un fondo più ampio di 11 milioni e 600 mila euro stanziato dal ministero dell'Interno nel 2021. 

Vediamo tutti gli interventi previsti, per lo più provenienti da richieste emerse dagli Osservatori per la sicurezza pubblica che si riuniscono regolarmente nei municipi della città. Nello specifico gli assessorati all'Urbanistica e alla Sicurezza e Attività produttive hanno informato in una nota i parlamentini della possibilità di utilizzare i fondi governativi per progetti per la messa in sicurezza e riqualificazione di aree degradate. Ecco di seguito le opere richieste e approvate a inizio agosto dalla giunta capitolina. 

La mappa degli interventi

Ottantamila euro andranno al I municipio per la recinzione dell'area verde di piazza Pepe, a ridosso dell'antico acquedotto, con sistemazione del muretto di contenimento. Ottantotto mila euro al IV municipio Tiburtino per il potenziamento degli impianti di illuminazione pubblica in piazza Edoardo Persico, via Igino Giordani, viale Sacco e Vanzetti, via Giuseppe Scalarini, via Luigi Vittorio Bertarelli, via Pietro Ottoboni. 

Niente riqualificazione per l'ex Penicillina

E ancora 88mila euro verranno impiegati per un impianto di illuminazione nel parco Barone Rampante a Tor Sapienza, tra le zone più critiche del V municipio in termini di sicurezza pubblica. Altri 96mila saranno destinati al VI municipio della Torri per sistemi di videosorveglianza e fototrappole fisse e mobili nelle strade soggetto a fenomeni di sversamento dei rifiuti. Tra queste via Mario Pastore, via Giovacchino Torna, via Castel del Giudice, via Nicolosi, via Stefano Breda, via Donegani, via Lunghezzina, via don Primo Mazzolari, via Degas, via Artusi, via Giovanni Battista Scozza, via dell'Acqua Vergine. 

Stessa cifra finanzierà l'installazione di cinque telecamere contro i continui atti vandalici in largo Cannella a Spinaceto, sul lungomare Paolo Toscanelli a Ostia, e ancora presso il centro polifunzionale Ex Campari in XIII municipio. Sempre nello stesso quadrante anche in via Stasi arriverà un nuovo impianto di illuminazione pubblico. E quattro videocamere anche in viale Marconi, con 64mila euro, come deterrente contro il fenomeno della prostituzione particolarmente presente sulla via nelle ore serali. Spostandoci in V municipio, due videocamere sono previste in via Raimondo Montecuccoli al Pigneto, con 32mila euro, e la demolizione in via dell'Acqua Bullicante dell'ex borghetto degli artigiani, all'interno di un più ampio intervento di messa in sicurezza degli immobili a oggi fatiscenti. Costo dell'operazione, 500mila euro. 

Gli interventi appena elencati - giudicati "urgenti" - hanno sostituito la bonifica e riqualificazione della fabbrica ex Penicillina di via Tiburtina, inizialmente individuato come progetto a cui destinare buona parte dei fondi stanziati dal Viminale. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Periferie più illuminate e videosorvegliate: ecco la mappa degli interventi promessi da Gualtieri 

RomaToday è in caricamento