Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica Boccea / Via Aurelia

Via Aurelia: dopo gli incidenti, sabato la protesta dei ciclisti

Per protestare contro la scarsa sicurezza ed i ripetuti incidenti, Salvaiclisti ha organizzato una pedalata sull'Aurelia. "O ai ciclisti viene fornita un'alternativa praticabile in sede protetta, oppure hanno lo stesso diritto degli altri veicoli a stare per strada"

Ciclisti

Una lunga fila di ciclisti sabato mattina percorrerà la via Aurelia. Sarà il loro modo per riaccendere i riflettori sulle condizioni in cui i biker sono costretti a muoversi. La strada statale infatti, nel corso dell’ultima settimana, è stata teatro di due gravi incidenti, per un totale di un morto e tre feriti gravi.

IL MANCATO RISPETTO DEL CODICE - “Su una strada extraurbana principale a carreggiate separate da spartitraffico invalicabile, ciascuna con due corsie di marcia e banchina pavimentata a destra, dovrebbe essere impossibile assistere a tragici spettacoli – commenta l’associazione Salvaiciclisti - i fatti dimostrano che così non è. Il mancato rispetto del Codice della Strada, espone infatti  ciclisti e pedoni a pagare ogni anno un prezzo troppo alto in termini di vite e ferite”. I recenti incidenti avvenuti proprio sulla via Aurelia  ne rappresentano una triste testimonianza. 

IL PERCORSO - “Sabato 2 Aprile i ciclisti romani manifesteranno per chiedere il rispetto del Codice della Strada e avere dignità e sicurezza dello spostamento – annuncia Salvaiciclisti - Siamo stanchi di pagare con le nostre vite per gli sbagli di altri”. La pedalata, spiega  Michelangelo, un attivista dell’Associazione, “prenderà avvio da Piazza Irnerio. L’appuntamento è fissato per le dieci meno un quarto. Da lì ci sposteremo lungo via Aurelia ed una volta superata Massimina, che si trova al km 12 dov’è avvenuto uno degli incidenti, torneremo indietro”.

IL DIRITTO DEI CICLISTI - “Pedaleremo in fila indiana – annuncia l’attivista – e staremo disciplinatamente sulla destra, come prevede il codice della strada. Le biciclette, se non possono spostarsi all'interno di una corsia in sede protetta – ricorda Michelangelo – hanno la stessa dignità degli altri veicoli a stare sulla strada. Se quindi si vuole superarle, bisogna superare la linea tratteggiata, come avviene appunto per gli altri veicoli. Altrimenti ogni volta rischiamo la vita”. Come purtroppo è accaduto nel corso dell’ultima settimana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Aurelia: dopo gli incidenti, sabato la protesta dei ciclisti

RomaToday è in caricamento