rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Sicurezza Stradale, Aurigemma: "Incidenti dimezzati entro il 2020"

Nel corso di un convegno sulla sicurezza stradale organizzato dall'U.Di.Con, l'Assessore Aurigemma e l'Onorevole Cantiani hanno parlato di sicurezza delle strade e illustrato gli obiettivi dell'amministrazione per il periodo 2012-2020

Il convegno sulla sicurezza stradale organizzato dall’associazione dei consumatori U.Di.Con è stata l’occasione per l’amministrazione di Roma Capitale di illustrare l’ambizioso piano di sicurezza stradale 2012-2020. Al convegno, denominato ‘Sicurezza stradale direzione obbligatoria’, l’Assessore alle politiche della mobilità, Antonello Aurigemma e il Presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale, On. Roberto Cantiani, hanno fatto il punto sui risultati raggiunti negli anni passati e spiegato le ambizioni future in materia di sicurezza stradale.

“Secondo l’Istat – ha detto Aurigemma nel corso del suo intervento – c’è stato un calo di oltre il trenta percento dei pedoni morti dal 2009 al 2010. Ma non basta, e nonostante le difficoltà che impone la crisi la nostra amministrazione sta investendo sulla sicurezza”.  Nel 2011, l’Amministrazione capitolina ha impegnato un finanziamento straordinario di 2 milioni 500mila euro (a fronte di un investimento da parte di Ania pari a 2 milioni di euro in tre anni) per la realizzazione di interventi di segnaletica stradale su tutta la città, in particolare nei punti di massima criticità.

Aurigemma sostiene comunque che bisognerebbe parlare di investimenti, più che di spesa, perché il costo sociale determinato dalle vittime (morti e feriti), solo nel 2010 è stato di 28 miliardi di euro, un dato che sebbene inferiore dell’1,9% a quello dell’anno precedente, rappresenta comunque il 2-2,5% del Pil Nazionale.€

Anche l’onorevole Cantiani ha voluto sottolineare quanto di buono fatto dall’amministrazione, con la messa in sicurezza di molti black point (gli incroci ad alto rischio) e una riduzione del numero di incidenti mortali dell’otto per cento: “Siamo la prima città europea – dice Cantiani – ad aver investito sugli impianti semaforici dotati di tecnologia T-Red, e i risultati si vedono, come in via Cristoforo Colombo che prima era maglia nera per gli incidenti semaforici, che ora sono notevolmente diminuiti”.

“L’obiettivo che ci poniamo ora – conclude Cantiani – è la riduzione del 50% per cento dell’incidentalità stradale, rispetto ai dati del 2009, come ci chiede l’Unione Europea. Credo che se continuiamo a investire in prevenzione e sicurezza sia un obiettivo raggiungibile”.
Secondo il Piano di Sicurezza Stradale il tasso di mortalità nel 2020 si dovrebbe attestare a 3,8 morti per 100 mila abitanti, in linea con i paesi europei più virtuosi, Svezia, Regno Unito e Olanda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza Stradale, Aurigemma: "Incidenti dimezzati entro il 2020"

RomaToday è in caricamento