menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Assistenza SOS fuori dall'occupazione (Fonte Ansa)

Assistenza SOS fuori dall'occupazione (Fonte Ansa)

Sgombero via Cardinal Capranica, il Comune: "Alternative offerte a tutte le 199 persone censite in condizioni di fragilità"

L'assessore Baldassarre: "Assistenza alloggiativa garantita senza divisione dei nuclei familiari"

"Gli operatori di Roma Capitale hanno proposto supporto e accoglienza in strutture alternative a tutte le 199 persone in condizioni di fragilità che si sono sottoposte al censimento nell'immobile di via Cardinal Capranica". Così il Campidoglio a ormai 12 ore dalle operazioni di sgombero partite già nella serata di ieri, cerca di tranquillizzare sulle condizioni delle famiglie costrette a lasciare lo stabile di via Cardinal Capranica. Che fine faranno? "Dalle prime ore di questa mattina, così come nelle settimane precedenti, gli operatori della Sala Operativa Sociale hanno formulato e continuano a formulare le proposte di accoglienza che prevedono assistenza alloggiativa e un progetto personalizzato di inclusione". Sul posto, continuano dal Comune, "sono a disposizione dei bus dell'Atac per il trasferimento delle persone nelle strutture a loro riservate".

La cronaca dei fatti: cosa sta accadendo a Primavalle

"Abbiamo lavorato per replicare il lavoro efficace che fu messo in campo a febbraio per liberare l’immobile occupato di via Carlo Felice: l’obiettivo è contemperare la tutela della legalità e il rispetto dei diritti umani. L’assistenza alloggiativa è garantita agli interi nuclei familiari, che quindi non vengono divisi" spiega l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre. A quanto apprendiamo alcune famiglie, specie quelle con minori a carico, hanno accettato la soluzione offerta dal Comune e, mentre scriviamo, stanno uscendo dalla palazzina con le valigie accompagnati dagli operatori della Sala Operativa sociale. 

Di "soluzioni per tutte le fragilità" aveva già annunciato il Comune con una nota stampa diffusa giovedì 11 luglio. In una memoria di giunta erano stati fissati i criteri di individuazione delle alternative alloggiativi. "Verranno garantiti i livelli assistenziali, come previsto dalla normativa, a tutte le persone in condizioni di accertata fragilità". Si seguiranno, è la promessa, dei "percorsi personalizzati" per tutte le 199 persone individuate con il censimento effettuato dal municipio XIV. Forse però il tempo a disposizione è stato meno del previsto. Blindati e agenti in tenuta antisommossa hanno circondato lo stabile già da ieri sera, appena quattro giorni dopo. 

Oggi in tanti, dai Movimenti per la Casa in corteo davanti all'ex scuola, alle forze di opposizione di centrosinistra, attaccano e l'assenza l'assenza di un dialogo reale con gli occupanti: "Un problema di emergenza abitativa è diventata una questione di ordine pubblico"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento