menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, l'assessora Vivarelli: "Auspichiamo una moratoria temporanea degli sfratti"

Venerdì l'Aula aveva approvato un odg per chiedere alla sindaca di attivarsi presso la prefetta per uno stop degli sfratti

"Auspichiamo una moratoria temporanea degli sfratti per venire incontro alle difficoltà che tutti stiamo vivendo". A una settimana dall'inizio delle restrizioni imposte dal governo per limitare gli spostamenti delle persone, il cosiddetto decreto 'Io resto a casa', l'assessora alle Politiche abitative del Comune di Roma, Valentina Vivarelli, prende parola con un post su Facebook. La sollecitazione è arrivata venerdì scorso con l'approvazione in Aula di un ordine del giorno avanzato dal deputato di Leu e consigliere di Sinistra per Roma, Stefano Fassina, che impegnava la sindaca Virginia Raggi e la sua giunta "a farsi portavoce, con urgenza, presso il Governo e presso il prefetto della richiesta di blocco temporaneo degli sfratti e delle esecuzioni di espropri immobiliari per pignoramento".

L'atto ufficiale è arrivato dopo giorni di denunce da parte dei sindacati degli inquilini in merito al rischio sociale e sanitario di sfrattare le persone in questo momento. Ancora non è chiaro se a queste parole che arrivano dal Campidoglio seguirà un impegno formale da parte del Campidoglio verso la prefetta di Roma, Gerarda Pantaleone, per arrivare a un blocco degli sfratti. 

Storia di Cinzia: "E' emergenza ma io rischio di restare per strada"

Intanto, l'assessora ha fatto sapere che Roma Capitale "ha già sospeso le attività in autotutela, salvo esigenze indifferibili". In altre parole: non verranno effettuati sfratti all'interno delle abitazioni delle case popolari di proprietà comunale. Nello stesso post, l'assessora ha spiegato il contenuto di una memoria votata in giunta venerdì scorso: "Abbiamo deciso di differire al 30 settembre 2020 il pagamento delle rate con scadenza 30 aprile per locazioni e concessioni alle attività commerciali e socio-culturali operanti in immobili di proprietà comunale", scrive.

Visto che gli uffici sono chiusi, inoltre, l'assessora ha ricordato che per "il ricevimento al pubblico, il dipartimento Patrimonio e Politiche abitative ha predisposto un servizio di ricezione istanze online (soprattutto email) e messi a disposizione numeri telefonici per appuntamenti telefonici riguardo le proprie posizioni". In particolare sono stati predisposti “Gruppi di risposta” a cui sono associati una serie di numeri per ogni argomento, in modo da avere coperte tutte le aree di informazioni relative ai Caat, buono casa, contributo all’affitto, sanatorie, volture e subentri degli alloggi popolari (qui tutte le informazioni).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento