Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Ama, al via "scuole pulite": interventi sulle strade davanti a 900 istituti

Polemiche del Pd: "Sono solo operazioni di pulizia ordinaria"

In vista del primo suono della campanella, Ama annuncia l'operazione "scuole pulite". Una serie di interventi di di diserbo, pulizia e spazzamento di strade e marciapiedi davanti a oltre 900 istituti capitolini (elementari, medie inferiori e superiori, istituti comunali dell’infanzia, ecc.) di tutti e 15 i municipi. 

"Nel corso della prima settimana di attività, sono state già interessate oltre 370 plessi scolastici - fanno sapere dalla partecipata capitolina - in questa settimana, saranno coinvolti ulteriori 240 siti. Gli interventi sono realizzati tenendo conto del calendario di inizio delle lezioni, dando quindi priorità agli asili nido che riapriranno il 1 settembre. L’operazione aziendale, che andrà avanti fino a metà settembre, è svolta con il coordinamento degli assessorati alla Sostenibilità Ambientale e alla Scuola di Roma Capitale".
 
Il lavoro è svolto da squadre composte da 2/3 operatori con l’ausilio di 1 mezzo a vasca per la raccolta dei rifiuti (oltre a 1 spazzatrice in caso di necessità) e decespugliatori per la rimozione delle erbe infestanti da marciapiedi, bordo strada, ecc. Complessivamente, sono in media impiegati giornalmente circa 105 operatori e 55 mezzi (furgoncini per il trasporto delle attrezzature, spazzatrici, veicoli a vasca, ecc.). Nel corso delle operazioni vengono anche svolti interventi di rimozione di eventuale materiale abbandonato su strada. 

La polemica: "Sono operazioni ordinarie di pulizia"

Polemiche sull'annuncio di Ama da parte della capogruppo Pd Valeria Baglio. Così in una nota stampa: "Continua l’operazione immagine sulla pulizia della città da parte della maggioranza a Cinque Stelle in Campidoglio. Oggi è toccato alle Scuole, ma almeno non si parla più di operazioni "straordinarie". Devono essersi accorti anche in Campidoglio che si tratta di normale pulizia della città, dovuta perché normata anche da un regolare contratto di servizio con l’azienda Ama. Anche l’annuncio di oggi, dopo quelli sulla raccolta delle foglie o la pulizia delle strade, parla di operazione scuole pulite. E ci mancherebbe debbano essere sporche, a pochi giorni dalla riapertura! Questa maggioranza continua a spacciare per straordinarie cose ordinarie, come lo è la pulizia di strade e marciapiedi regolata dal contratto di servizio, approvato dalla passata amministrazione, e a dimenticare la gestione di quelle straordinarie come il Piano industriale per Ama e l’individuazione di impianti di trattamento dei rifiuti. Così, l’operazione immagine si frantumerà alla prima emergenza che la città rischia a breve. E ai romani resta una città abbandonata a se stessa senza prospettiva, anche sul piano dei rifiuti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ama, al via "scuole pulite": interventi sulle strade davanti a 900 istituti

RomaToday è in caricamento