Politica

Il Campidoglio riorganizza la rete scolastica: ecco tutti gli istituti accorpati

La giunta capitolina ha approvato una delibera

Un piano di riorganizzazione della rete scolastica per l'anno 2018/2019. L'amministrazione capitolina ha elaborato la sua proposta per seguire le Linee Guida della Regione Lazio. Razionalizzazione e tutela della continuità scolastica i due cardini. Il piano, contenuto in una delibera della Giunta capitolina, riguarda le istituzioni scolastiche della scuola dell’infanzia, e scuole primaria e secondaria di primo grado funzionanti nel territorio di competenza, da trasmettere alla Città Metropolitana di Roma Capitale.

Il provvedimento regionale, a cui rimanda la delibera della Giunta Raggi, stabilisce che le istituzioni scolastiche, per acquisire o mantenere l’autonomia, debbano presentare, di norma, un numero di alunni, consolidato e prevedibilmente stabile almeno per un quinquennio, compreso tra 600 e 1.200. La delibera comunale conferma l'attuale dimensionamento tranne alcune eccezioni. 

Municipio IV

Viene istituito un nuovo Istituto Comprensivo che racchiuda i plessi dei quartieri Casal Monastero e Torraccia, per il quale verrà definita una nuova denominazione (si propone “Istituto Comprensivo Antonio Vivaldi”), e vengono accorpati i plessi di San Basilio quali Via Corinaldo, Via Fabriano, Via Pennabilli con i plessi dell’I.C. Belforte quali Via Pollenza, Via Monte Monaco e la scuola secondaria di 1° grado di Via Belforte del Chienti.

Municipio IX

Per ragioni legate al sottodimensionamento si dispone l’avvio di un lavoro di programmazione per la riqualificazione e la pianificazione dell’offerta scolastica degli I.C. 'Padre Romualdo Formato' e 'Tacito-Guareschi'. Si avvia anche un tavolo tecnico per l'adeguamento dell'offerta scolastica del quartiere Mezzocamino, in costante crescita urbanistica, relativamente all’aggregazione dei plessi per gli I.C. “Fiume Giallo” e “Matteo Ricci”.

Municipio XIII e Municipio XIV

Viene avviato il dimensionamento scolastico per l’I.C. Largo San Pio V che prevede l’aggregazione del plesso della scuola Clementina Perone all’Istituto comprensivo Federico Borromeo che ha sede in Municipio XIV. I plessi scolastici di quest'ultimo vengono riorganizzati e redistribuiti. 

Come informa il Comune in una nota, l'asse portante della riorganizzazione risiede nel dimensionamento. L'obiettivo è quello di garantire un’offerta formativa sempre più funzionale ed un’efficace azione didattica, educativa e formativa sul territorio; innalzare il complessivo livello di prestazione del servizio; realizzare nelle pari opportunità l’uguaglianza sociale e di genere; garantire il diritto all’apprendimento e il successo formativo; evitare l’eccessiva frammentazione dell’offerta formativa; ridurre il disagio degli studenti; conseguire un più elevato successo scolastico e formativo; assicurare nel tempo continuità e stabilità dell’organizzazione della rete scolastica.

"Abbiamo lavorato in forte sinergia con i Municipi, con l’obiettivo di definire un’organizzazione che sia aderente alla configurazione e alle effettive necessità dei territori" spiega l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre. "Sono state considerate esigenze di razionalizzazione degli spazi e, soprattutto la salvaguardia della continuità didattica. Un assetto ottimale della rete scolastica consente di migliorare e rafforzare l’offerta educativa e formativa, soprattutto in quelle aree caratterizzate da una forte dispersione". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Campidoglio riorganizza la rete scolastica: ecco tutti gli istituti accorpati

RomaToday è in caricamento