Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Scuola, De Palo: "Abbiamo predisposto 18 mln per diritto allo studio"

L'assessore Gianluigi De Palo afferma che sono stati disposti 18 milioni di euro di sussidi per il diritto allo studio degli studenti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

de_palo-2"Sono felice di comunicare alle famiglie di Roma che per quest'anno scolastico abbiamo predisposto circa 18 milioni di euro di sussidi per il diritto allo studio degli studenti della nostra città. Mi sembra la miglior risposta a chi, nei giorni scorsi, ha paventato una riduzione dei fondi e difficoltà nella gestione del servizio. Ed è anzi un segno concreto della nostra attenzione al bene comune delle famiglie e dei ragazzi". E' quanto afferma l'assessore alla Famiglia, all'Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, Gianluigi De Palo. "Nel complesso - spiega l'assessore - saranno oltre 380 mila le cedole librarie per i bambini delle elementari, per un importo di 4,2 milioni di euro. Inoltre, abbiamo già distribuito agli istituti scolastici circa 50 mila buoni-libro e 79 mila borse di studio per gli alunni residenti nel territorio della Capitale che abbiano i requisiti di reddito previsti dalla legge, per un totale di 12,5 milioni di euro. In tempo di crisi, è importante che le famiglie sappiano di non essere sole. Conosciamo le loro esigenze e, per quanto possibile, cerchiamo di soddisfarle".

"I buoni-libro serviranno per l'acquisto dei libri di testo, mentre con i contributi per le borse di studio sarà possibile comprare vocabolari, atlanti, zaini, materiali di cancelleria e altri oggetti necessari all'apprendimento. Saranno disponibili entro gennaio 2012 per i nuclei familiari con coefficiente Isee non superiore a 10.632,94 euro. Per fare domanda c'è tempo fino al 27 ottobre. Sempre parlando di diritto allo studio - aggiunge De Palo - vorrei informare quanti hanno parlato di presunti tagli da parte di Roma Capitale ai fondi per i testi destinati agli ipovedenti delle scuole superiori, che la copertura economica di questo servizio spetta alla Provincia di Roma. Per quanto di nostra competenza, ovvero la traduzione dei libri per gli alunni di elementari e medie inferiori, anche quest'anno abbiamo stanziato un contributo di 190 mila euro, che verrà regolarmente fornito alle strutture per non vedenti autorizzate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, De Palo: "Abbiamo predisposto 18 mln per diritto allo studio"

RomaToday è in caricamento