menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ansa

Foto Ansa

Scuola, doppi turni e in classe anche di sabato: dal 7 gennaio si riparte così

In parallelo Atac ha preparato un nuovo piano per il trasporto pubblico che necessita di 12 milioni di euro di nuovi fondi. Entro il 4 gennaio dovrà essere operativo

Due fasce orarie di ingresso per la scuola, lezioni anche il sabato, fondi statali da utilizzare per rimodulare la rete del trasporto pubblico, e controlli anti assembramenti alle fermate dei bus e fuori dagli istituti. Sono i punti del documento operativo firmato questa mattina dal prefetto Matteo Piantedosi. Contengono le linee guida principali da applicare per garantire la riapertura della scuola, dal 7 gennaio, in sicurezza. Una serie di misure nate dal confronto interno al tavolo interistituzionale convocato nelle scorse settimane (in video conferenza) da palazzo Valentini. Vediamo le novità punto per punto. 

Orari di ingresso a scuola

Come anticipato nei giorni scorsi, per ridurre il flusso di studenti in classe, e soprattutto gravare il meno possibile sui mezzi pubblici data la domanda già elevata tra le 7 e le 9 per i tanti cittadini che si recano a lavoro, sono state individuate due fasce orarie di ingresso a scuola, alle ore 8 e alle ore 10. Doppi turni, con il 40% di studenti che entrerà nella prima fascia, il 60% nella seconda. L'uscita potrà avvenire di conseguenza fino alle 15 e 30. E si tornerà a scuola anche il sabato. 

I plessi saranno aperti sei giorni a settimana, così da "giungere a un'ulteriore riduzione giornaliera del flusso di circa un sesto così da far fronte, per ogni singolo giorno di attività scolastica, ad un complessivo bacino di utenza degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di circa il 62,5%. Il sabato però si potrà entrare tutti alle 8, se ritenuto funzionale. "Le predette misure - si legge nel documento - dovranno essere realizzate nell'ambito di tutti gli istituti scolastici interessati fatte salve concrete, oggettive, motivate esigenze che andranno preliminarmente comunicate all’Ufficio scolastico regionale". 

Tpl, il piano di Atac

Per garantire il servizio pubblico agli studenti che torneranno in classe scongiurando assembramenti e mantenendo la capienza del 50% fissata dalla normativa, sarà necessario rimodulare la rete del trasporto pubblico locale. Piani di intervento che dovranno essere portati a esecuzione, come precisa la Prefettura nel documento, entro il 4 gennaio. Nello specifico per quanto riguarda Roma, Atac punterà tutto sul sub affidamento di alcuni linee periferiche (come già fatto tra novembre e dicembre) per recuperare vetture proprie da sfruttare sui percorsi più frequentati dagli studenti. 

Nello specifico il piano aziendale presentato alla Prefettura prevede il recupero di 122 vetture, più altre 70 per realizzare un sistema di linee ad anello che vadano a servire la domanda proveniente dalla rete Cotral, a supporto della rete metropolitana per il raggiungimento delle destinazioni più centrali.

Costo dell'operazione: 12 milioni e 300 mila euro. Che dovranno arrivare da fondi statali stanziati con il decreto legge del 2 dicembre. Al momento ne sono arrivati 10 milioni e 468 euro alla Regione Lazio, quale acconto pari all’80% dell’importo complessivo. Nella legge di bilancio poi, in corso di approvazione, è prevista l'erogazione di ulteriori 200 milioni per il finanziamento dei servizi aggiuntivi per l'anno 2021.

Per evitare resse alle fermate dei mezzi pubblici, fuori dalle scuole e in altri luoghi di aggregazione vicini, gli enti locali impiegheranno agenti della Polizia locale e volontari della Protezione civile. 

Il prefetto ha espresso un plauso per la coralità dell'intenso lavoro sviluppato da tutti gli attori coinvolti, Regione Lazio, Roma capitale e ufficio scolastico regionale, che ha avuto l'obiettivo prioritario della tutela della salute pubblica. "Ringraziamo studenti e scuole - ha aggiunto il prefetto -  per l'impegno e la collaborazione che assicureranno per una ripresa delle attività in totale sicurezza. Il documento è in corso di pubblicazione sul sito della prefettura". Già programmata per la settimana prossima una riunione del tavolo di coordinamento per valutare la differenziazione degli orari delle attività produttive e commerciali rispetto a quelli scolastici.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento