Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Scuola, Giovani Udc: "Non venga sfiorato il tetto di spesa sui libri"

Il movimento studentesco dell'Udc chiede al ministero dell'Istruzione che non venga sfiorato il tetto di spesa sui libri scolastici

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Giovani Udc-2"Siamo alla vigilia dell'apertura del nuovo anno scolastico e una delle preoccupazioni maggiori per i genitori degli studenti viene dai libri di testo. Come infatti ha rilevato l'Osservatorio nazionale di Federconsumatori quest'anno il costo medio dei materiali scolastici aumenterà del 3%. Chiediamo al Ministero dell'Istruzione di vigilare perché i tetti di spesa, imposti per legge per i testi scolastici, non vengano sforati". E' quanto dichiara Virgilio Falco, portavoce nazionale di StudiCentro, il movimento studentesco dell'UDC.

"Abbiamo delle valide proposte - aggiunge Falco - che vorremmo sottoporre al Ministro: incentivare l'editoria elettronica facendo in modo che i libri non pesino eccessivamente sulle spalle degli studenti e sui portafogli dei genitori, incentivare il prestito di testi da parte degli istituti scolastici, controllare che le cosiddette 'nuove edizioni' siano realmente aggiornate e non modifichino, all'insù ovviamente, solo il prezzo di copertina. Crediamo che queste semplici e valide proposte rivoluzionerebbero, in positivo, il rientro a scuola di milioni di studenti italiani", conclude la nota del movimento StudiCentro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, Giovani Udc: "Non venga sfiorato il tetto di spesa sui libri"

RomaToday è in caricamento