menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Genitori puliscono bagni alla Casa dei Bimbi

Genitori puliscono bagni alla Casa dei Bimbi

Multiservizi, i dipendenti non ci sono e a pulire i bagni ci pensano i genitori: "Situazione gravissima"

Mamme e papà costretti a intervenire per pulire i sanitari utilizzati dai bambini in una scuola di Garbatella: "Mancano gli operatori"

I dipendenti della Multiservizi non ci sono, e a pulire i bagni della scuola ci pensano i genitori. Succede nel quartiere Garbatella alla materna Casa dei Bimbi. "La situazione con la gestione della sorveglianza e delle pulizie è ormai gravissima" denunciano mamme e papà del comitato genitori. La Multiservizi, società controllata di Roma Capitale addetta al global service, alla prese in questi giorni con procedure di licenziamento e stipendi decurtati ai lavoratori, "non sta rispettando il contratto di fornitura dei servizi essenziali in alcune scuole della capitale". E allora, dopo segnalazioni sulle pessime condizioni igieniche dei bagni, un gruppo di genitori ha fatto irruzione con stracci, scope, guanti e detergenti per riportare i sanitari in condizioni di sicurezza igienica. 

Ormai da giorni nelle chat dei genitori girano foto di wc sporchi, di grembiulini macchiati di escrementi, a causa della mancata pulizia dei bagni e del mancante servizio di "accompagnamento" dei bambini nei bagni, compito che spetta agli operatori della Multiservizi incaricati. "Il problema non è che gli operatori non svolgono i loro compiti ma è che non ci sono gli operatori" spiegano mamme e papà. 

"La società Multiservizi da giorni sta inviando nella nostra scuola pochissimi operatori, non sufficienti a coprire turni e mansioni. - spiega Bernardo Andriani, un genitore - questo è dovuto a un cambio/riduzione dei turni concordato tra la società e l’amministrazione pubblica. Il risultato è che i servizi minimi essenziali non sono garantiti. Oggi abbiamo ripristinato le condizioni igieniche che devono avere i bagni di una scuola, domani se necessario lo rifaremo e se servirà autogestiremo la nostra scuola. Nel frattempo porteremo avanti altre iniziative di denuncia e sensibilizzazione verso la pubblica amministrazione fino alla risoluzione del problema".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento