Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

VI municipio, il Pd scarica il presidente Scipioni: "Non ci fidiamo più di te, vattene!"

Orfini, commissario Pd Roma, e Migliore, commissario del Pd VI municipio, fanno fuori Marco Scipioni. Il presidente dal canto suo sembra inamovibile

Vattene! Il messaggio, chiaro e tondo, lo recapitano Matteo Orfini e Gennaro Migliore, commissari rispettivamente del PD Roma e del Pd VI municipio. Il destinatario è Marco Scipioni, presidente del VI municipio. Nella mattinata di ieri il primo avviso di sfratto era arrivato a mezzo stampa, con un pezzo di Repubblica che paventava il commissariamento del territorio delle Torri. Non veniva nominato, ma il messaggio per Scipioni era chiaro. Poi, raccontano i ben informati, Migliore ha alzato il telefono ed ha invitato il presidente di Tor Bella Monaca a salutare. Niente. 

Anzi, a RomaToday nel pomeriggio dichiarava di non capire il perché dovesse dimettersi. Poco dopo Sabella, sempre attraverso RomaToday, faceva capire che commissariare il municipio non si poteva per legge. O gesto volontario oppure sarà caos. Quindi l'all-in di Migliore e Orfini e la nota stampa che non lascia scampo: "Il Pd di Roma è impegnato in una rigorosa ricognizione delle condizioni del Partito su tutto il territorio cittadino, proponendo una profonda modifica della nostra struttura organizzativa, che si avvale anche delle inchieste fatte dal gruppo coordinato da Fabrizio Barca e del contributo dei commissari nominati in ogni municipio. Tale attività riguarda in primo luogo l'operato sul territorio, ma non meno rilevante é il giudizio sull'operato del governo cittadino e nei singoli municipi. In questo contesto, dopo una approfondita verifica degli atti amministrativi e dopo aver valutato le modalità di relazione tra il governo municipale e l'organizzazione territoriale del Pd, abbiamo valutato che nel territorio del VI Municipio non sussistano più le condizioni affinchè il presidente Marco Scipioni rappresenti la nostra organizzazione al vertice dell'istituzione municipale". 

Traducendo: il PD nel territorio delle Torri non va. A dirlo è Barca con numerosi circoli dannosi proprio nel VI. 

Di più, viste i recenti fatti di Roma Capital Summer non c'è più la fiducia per andare avanti.  

"Non riteniamo più sostenibile- aggiungono- che possano ripetersi episodi di opacità amministrativa come quello relativo a 'Roma Capital Summer', manifestazione recentemente chiusa da un'azione della Polizia Municipale. Analogamente - spiegano - l'intreccio tra l'azione amministrativa e la concreta direzione politica del Pd sul territorio non corrisponde ai criteri che abbiamo indicato per operare un rinnovamento necessario della nostra organizzazione".

"Siamo convinti che la via maestra sia quella che noi, per le vie brevi, abbiamo chiesto al Presidente Scipioni, ovvero che egli rassegni le dimissioni dal suo incarico al fine di contribuire al profondo lavoro di rinnovamento in cui e' impegnato tutto il Pd a Roma. Impegno per un rinnovamento necessario e- concludono Migliore e Orfini- che porteremo comunque avanti, avendo la piena consapevolezza che questa scelta ci impegna a moltiplicare gli sforzi per ricostruire il partito in un territorio tanto complicato ma altrettanto ricco di energie inespresse, sia tra chi e' iscritto al nostro partito sia tra i tanti che a noi guardano con fiducia".

Scipioni come Tassone quindi? Sembrerebbe di sì, anche se tra le due vicende ci sono parecchie differenze. Il primo infatti non è stato mai toccato dalla vicenda Mafia Capitale. Sul secondo invece, al momento dell'addio, pendeva un'ombra preoccupante. Tassone poi ha mollato di sua sponte, senza spinte dall'alto (o almeno questa è la recita andata in scena). Scipioni mollerebbe invece su invito del Partito Democratico. E proprio la lotta intestina era stata individuata dal numero uno di via Cambellotti come la causa dei rumors su di lui. In maniera esplicita Scipioni ieri dichiarava di non voler mollare. Vedremo se dopo essere stato giubilato dai suoi capi mollerà la poltrona.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VI municipio, il Pd scarica il presidente Scipioni: "Non ci fidiamo più di te, vattene!"

RomaToday è in caricamento