menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conad-Auchan, trasformazione ad alta tensione: nei supermercati è sciopero

Fumata nera al tavolo sindacale nazionale, lunedì 14 ottobre spesa a rischio nei punti vendita della rete Conad e Auchan/Sma: “A lavoratori nessuna garanzia su occupazione”

I supermercati Auchan, Sma e Simply acquisiti da Conad verso lo sciopero.

Dopo la maxi operazione dal valore di circa un miliardo di euro attraverso la quale Bdc Italia, partecipata al 51% da Conad e per il 49% da Wrm Group, ha acquisito il gruppo Auchan Retail Italia ponendo sotto il simbolo della margherita le insegne Auchan, Sma e Simply, i sindacati temono il contraccolpo sui livelli occupazionali con la transizione da un marchio all’altro che si sta rivelando complessa. 

Auchan-Conad: “rivoluzione” supermercati

Una vera e propria “rivoluzione” nella grande distribuzione organizzata l’acquisizione di Auchan da parte di Conad: oltre 1600 i punti vendita coinvolti in tutta Italia tra supermercati, ipermercati e negozi di prossimità. 

A Roma e nel Lazio 42 punti vendita Sma-Simply e 4 ipermercati Auchan: quasi duemila i lavoratori in ballo. 

Conad acquisisce Auchan: "A Roma e nel Lazio a rischio 2mila posti di lavoro"

Conad acquisisce Auchan: fumata nera al tavolo sindacale

Il tavolo nazionale tra sindacati e azienda si è chiuso con una fumata nera, così nei supermercati è iniziata la mobilitazione. 

“Bdc/Conad non ha fornito alcuna garanzia di salvaguardia dell'occupazione. Nello specifico, rispetto al percorso di ‘salvataggio’ tanto decantato da BDC/Conad, da realizzarsi attraverso la progressiva conversione a marchio Conad della rete di vendita del territorio, preoccupa il fatto che ad oggi la stessa azienda abbia avviato le procedure di trasferimento per solo 18 dei 45 negozi esistenti, coinvolgendo una platea di circa 600 dipendenti, rispetto ai quasi 2000 impiegati sul territorio” – hanno spiegato in una nota i segretari generali di Filcams Cgil, Alessandra Pelliccia; Fisascat Cisl, Stefano Diociauiti e Uiltucs, Giuliana Baldini. 

Nuovi supermercati Conad a Roma: ferie obbligate per i dipendenti

A Roma i primi negozi stanno passando a Conad, agli imprenditori: già riaperti con l’insegna della margherita i punti vendita di Latina e Tuscolana, ristrutturazione in corso invece per Acilia e Petrocelli dove però i lavoratori hanno dovuto prendere, anticipandole, due settimane di ferie forzate per far fronte alla chiusura dei negozi causa lavori.

Una modalità non prevista dal contratto collettivo nazionale che invece, in caso di sospensione dell’attività lavorativa per decisione imprenditoriale, obbliga il datore di lavoro a pagare la retribuzione piena ai lavoratori senza obbligarli ad anticipare le ferie. 

Conad acquisisce Auchan: 21 lavoratori a rischio licenziamento nel supermercato di Re di Roma

Auchan Conad: scioperano i lavoratori

“Se da un lato, Conad non è stata in grado di fornire alcuna concreta garanzia circa il fatto che le operazioni di subentro e gli eventuali conseguenti interventi di riorganizzazione e ristrutturazione non avranno impatti sui livelli occupazionali, dall'altradenunciano i sindacati - ha chiarito in modo inequivocabile di non voler assumere impegni specifici rispetto al mantenimento di diritti individuali e collettivi delle lavoratrici e dei lavoratori interessati”. 

Sciopero supermercati Conad 14 ottobre

Da qui la proclamazione dello sciopero dei lavoratori dei supermercati già dipendenti della rete Auchan/Sma di Roma e Lazio: spesa a rischio lunedì 14 ottobre. Una mobilitazione che, secondo le prime stime, potrebbe coinvolgere 1500 persone, 1800 se si valuta l’intero indotto.

“Questa condizione di incertezza rischia di tradursi in una grave criticità rispetto agli impatti sull'occupazione a Roma e nel Lazio.Se Conad intende investire, nello specifico se intende investire su Roma e nel Lazio, - esortano le sigle Filcams, Fisascat e Uiltucs  - deve aver ben chiaro che le lavoratrici e i lavoratori chiedono a gran voce che i loro diritti vengano rispettati e che il loro lavoro sia difeso, tutelato”. 

Intanto già oggi nei supermercati c'è trambusto: i sindacati stanno facendo il giro dei punti vendita per dare sostegno ai lavoratori. In quello di via Appia il flash mob dei dipendenti con i cartelli di protesta: "Lavoratrice di Auchan, per Conad sarò in esubero?"; "Lavoratrice Sma, sarò licenziata?" - si chiedono. "Non ci stiamo ad essere 'persone trattate come cose'.".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento