Giovedì "nero"

Nidi e materne a rischio paralisi. Scioperano educatrici e maestre

La mobilitazione indetta dai sindacati di base, oltre ai dipendenti di Roma Capitale chiamati ad incrociare le braccia anche quelli di Roma Multiservizi. Per le famiglie con bambini da 0 a 6 anni iscritti nelle strutture comunaeli potrebbe essere un giovedì "nero"

Le attività didattiche degli asili nido e delle scuole dell’infanzia comunali sono a rischio. Giovedì 5 ottobre c’è lo sciopero del personale non dirigente del settore educativo e scolastico di Roma Capitale. Nidi e materne potrebbero dunque non garantire il servizio. 

Sciopero nidi e materne del 5 ottobre

Ad indire la mobilitazione USB, Cobas e ADL Cobas. Tra le motivazioni dello sciopero “la contrarietà rispetto alle operazioni di contrazione dell'organico nei nidi e nelle scuole dell'infanzia, anche in merito all'assegnazione dell'organico di integrazione per i bambini diversamente abili”. Tra i punti di scontro con l’amministrazione, nove quelli indicati, anche la decisione del Campidoglio “di affrontare il tema delle progressioni tra aree, senza prima discutere il nuovo  assetto organizzativo del settore educativo e scolastico”. I sindacati si dicono anche contrari alla scelta di restringere alle sole lauree in scienze pedagogiche i titoli di accesso per la progressione verticale per la figura di coordinatore pedagogico, nonché per l'accesso e l'attribuzione del punteggio per la progressione delle insegnanti e delle educatrici nell'area dei funzionari. 

“Titolo di studio conta più dell'esperienza”. Perché sulla carriera dei dipendenti comunali è polemica

I sindacati di base chiedono poi che, in considerazione della grave carenza di personale, si attivino le procedure di stabilizzazione di tutto il personale precario attraverso lo scorrimento fino ad esaurimento delle graduatorie per titoli e servizi a copertura dei vuoti di organico. “Che quindi l'Amministrazione si impegni a  prolungare la validità delle attuali graduatorie”. 

Sciopera anche il personale di Roma Multiservizi

Giovedì 5 ottobre non solo lo sciopero di insegnanti ed educatrici di nidi e materne comunali di Roma. L’Associazione sindacale USI - Unione Sindacale Italiana ha proclamato lo sciopero orario per le ultime due ore servizio e lavoro turno pomeridiano del personale comunale, a tempo indeterminato e determinato, quindi precario, degli asili nido e scuole dell’infanzia. Chiamati ad incrociare le braccia dipendenti della società Roma Multiservizi nel settore della ristorazione scolastica su tutti i municipi, i lavoratori che si occupano dell’assistenza scolastica e inclusione sociale ad alunni ed alunne con disabilità nelle scuole, gli Oepac, ex Aec. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nidi e materne a rischio paralisi. Scioperano educatrici e maestre
RomaToday è in caricamento