Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica Centro Storico / Via del Campidoglio

Sciopero differito, l’assessore Meleo: “Roma c’é e sceglie il dialogo”

Il post dell'assessore ai Trasporti dopo l'annuncio del rinvio da parte di alcune sigle sindacali. Confermata l'agitazione da parte dell'Ugl

L'assessore Linda Meleo

Il primo post ieri sera, dopo l’annuncio della differita dello sciopero di metro, bus e treni metropolitani previsto per il prossimo 26 luglio, poi l’ufficialità con una nota stampa da parte di Agenzia per la Mobilità. Per ultimo un altro messaggio, sempre sulla bacheca Facebook della neo assessore ai Trasporti e Mobilità Linda Meleo, che rivendica la paternità da parte della Giunta Raggi nell'ottenere il rinvio delle possibili 24 ore di passione previste per il prossimo martedì. Unica sigla sindacale a non accettare la differita, l’Ugl che ha confermato il proprio stato di agitazione per la data prevista. 

PRIMO POST - Dunque pentastellati che proseguono la loro comunicazione social, come fatto appunto dall’assessore “Alla Città in moVimento” che poco dopo le 20:30 di ieri ha scritto: “Oggi, (ieri ndr) dopo un incontro positivo e di inizio di un rapporto di confronto con i sindacati, le sigle Faisa Confail, Or.Sa Tpl, Sul CT, Utl, Usb hanno deciso di differire lo sciopero del trasporto, che era stato previsto il 26 luglio, in data da destinarsi. Un primo importante passo in avanti. Enrico Stefàno.

ROMA SCEGLIE IL DIALOGO - A scegliere di differire lo sciopero le sigle sindacali Faisa Confail, Orsa, Sul, Usb e Utl, con l’Ugl che lo ha invece confermato. Stamattina sempre l’assessore Meleo, dopo un video nel quale spiega l’idea della Giunta Raggi di “Città in moVimento”, loda l’azione di dialogo con i sindacati, postando nel primo pomeriggio un secondo messaggio: “Per martedì si preannunciava una giornata di caos, con una città paralizzata da un altro sciopero del trasporto pubblico. Ma in questi giorni abbiamo deciso di sederci al tavolo insieme alle forze sociali, che ringrazio, e insieme siamo riusciti ad individuare un percorso comune per il bene di Roma".

CAMBIARE LE COSE DAVVERO - Un rinvio accolto con entusiasmo dall'assessore pentastellato che prosegue: "È una nuova strada, quella del dialogo e dell'impegno, che vogliamo seguire nei cinque anni di governo che ci aspettano, perché è quello che dovrebbe fare qualsiasi amministrazione quando ci si confronta con i diritti dei lavoratori e quando di mezzo c'è la qualità di un servizio essenziale, come il tpl. In questo senso - conclude Meleo - il differimento dello sciopero previsto per il 26 luglio non solo è una buona notizia per tutti i romani, ma uno segno tangibile della volontà, di tutti, di voler cambiare davvero le cose. Noi ci siamo”.

13782078_10154151853240412_5528013996423865872_n-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero differito, l’assessore Meleo: “Roma c’é e sceglie il dialogo”

RomaToday è in caricamento