Politica Centro Storico

Tutti contro Flammini: dopo il Gp, lo sci di fondo al Circo Massimo

Sul sito di RomaFormulaFuturo: "Roma si è candidata una tappa della coppa del mondo di Sci di fondo". Opposizioni contrarie, Campidoglio e Beni Cuturali prendono le distanze

sprinter2Sci di fondo al Circo Massimo. E' questa l'ultima scintilla innescata da RomaFormulaFuturo, l'organizzazione del Gran Premio di Formula Uno che fa capo a Maurizio Flammini. E' il www.romaformulafuturo.com a rilanciare la proposta, ovvero una tappa della Coppa del Mondo di sci di fondo da ospitare nel 2012 al Circo Massimo. Ripresa questa mattina da Repubblica, la proposta ha scatenato un putiferio.

Si legge sul sito: “Sprinter è una gara di Coppa del Mondo di Sci di Fondo che si tiene nelle città. La prima si terrà a Milano nel 2011, Roma si è candidata per ospitare la tappa del 2012 in un luogo carico di storia e di fascino: il Circo Massimo”.

L'ira delle opposizioni non ha tardato a farsi attendere, con Pd, Idv, Sel e Verdi scatenati contro l'idea di trasformare Roma in un parco giochi alla Disney. Il capogruppo Pd Marroni parla di delirio: "Siamo al delirio. Dopo l'Ara Pacis trasformata in autosalone ecco il Circo Massimo trasformarsi in una pista da sci, ancora una volta la Giunta Alemanno dimostra il totale disprezzo per il patrimonio artistico della città".

"Per evitare che Roma si trasformi in un parco-giochi dei privati senza alcun rispetto delle regole - spiega - invieremo una lettera al Ministro dei Beni Culturali e al sovrintendente sia in merito all'evento di sci annunciato per il Circo Massimo che per il Gp all'Eur visto che in entrambi i casi si tratta di siti sottoposti a vincoli". "Chiediamo formalmente al sindaco Alemanno - aggiunge - di fermare questa commistione tra gli affari di Flammini e le istituzioni pubbliche a partire dal ruolo del Comune di Roma visto che non rientra nei compiti dell'istituzione la velocizzazione della burocrazia di eventi del tutto sconosciuti nel merito e nelle procedure, come afferma invece il manager nel sito www.romaformulafuturo.com".

Ma se la critica dell'opposizione è attesa e non fa notizia, sintomatica è la presa di distanza dello stesso Campidoglio dal progetto: “In merito alle notizie di stampa circa il progetto di una manifestazione di sci da tenersi al Circo Massimo, preciso che, dopo primi contatti preliminari, nessun progetto è stato approvato dall'Amministrazione". Ad affermarlo è in una nota, Simone Turbolente, portavoce del sindaco di Roma Gianni Alemanno riferendosi alla gara di Coppa del Mondo di sci di fondo 'The Sprinter', la cui edizione del 2012 potrebbe essere realizzata nell'area del Circo Massimo.

"Pertanto, quanto indicato sul sito di Roma Formula Futuro
- aggiunge il portavoce - deve essere ricondotto solamente fra le idee progettuali avanzate dal Gruppo Flammini senza alcun coinvolgimento di Roma Capitale né delle altre istituzioni che, eventualmente, dovrebbero esprimersi in merito. Tentare, quindi, di associare il sindaco in una polemica di questo genere è una sciocchezza colossale".

Duro Storace: "Se il Campidoglio nega di essere coinvolto sull'incredibile progetto per lo sci al Circo Massimo, ci chiediamo che credibilità abbia chi lo coinvolge. Soprattutto se si tratta dello stesso gruppo che pretende di decidere da solo pure sul Gp di F1 a Roma".

Contro Flammini anche i Beni Culturali. Una nota del sottosegretario Giro gela RomaFormulaFuturo: “Non mi risulta sia stato presentato alla Soprintendenza statale speciale per i beni archeologici di Roma alcun progetto, essendo questo l'unico ufficio delegato a rilasciare la necessaria autorizzazione per il regolare svolgimento dell'evento. Dal sito stesso del Comitato promotore si evidenzia che Roma si candida ad ospitare l'evento e ciò evidentemente annuncia l'inizio di una procedura non ancora avviata. Quando ciò accadrà la Soprintendenza è pronta a valutare il progetto e a dare il suo parere vincolante. Non spetta a me esprimere giudizi sulla neve al Circo Massimo anche se credo che qualche perplessità possa esservi dopo la sabbia del Beach Soccer di questa estate, una rassegna che ci ha dato qualche problema di troppo. Comunque i progetti vanno valutati per quello che sono e senza alcun pregiudizio”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti contro Flammini: dopo il Gp, lo sci di fondo al Circo Massimo

RomaToday è in caricamento