rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Politica

Ancora sassi contro bus Atac a via Candoni: è l'ottavo episodio da inizio anno

Intorno alle 21.30 di giovedì sera dalla baraccopoli vicino alla rimessa Atac sono partiti altri lanci di sassi che hanno rotto il finestrino di un mezzo

Il tema non ha fatto in tempo a essere affrontato in prefettura, nel corso di un apposito vertice, che è tornato immediatamente di attualità: giovedì sera un altro bus Atac è stato oggetto di un lancio di sassi mentre entrava nella rimessa di via Candoni, a pochi passi dal campo rom. 

L’episodio, l’ottavo da inizio anno, è avvenuto intorno alle 21.30, quando a bordo del bus c’era soltanto l’autista. Il sasso ha colpito il finestrino e l’ha mandato in frantumi, senza fortunatamente ferire il conducente, ma il mezzo dovrà ora restare fermo sino alla riparazione.

L’accaduto non ha fatto che alimentare il dibattito tra giunta e opposizione in Campidoglio, dove il consigliere capitolino di Fratelli d’Italia, Federico Rocca, si è scagliato contro l’assessore alla Mobilità Eugenio Patanè e il sindaco Gualtieri accusandolo di immobilismo: “Mentre la maggioranza capitolina sonnecchia tra i proclami dell'assessore e l'immobilismo del sindaco, a via Candoni gli autisti continuano a rischiare la vita - ha detto Rocca - Se l'amministrazione capitolina non prenderà immediatamente delle iniziative siamo pronti a denunciarla, poiché stanno continuando a mettere a rischio l'incolumità dei dipendenti dell'Atac pur conoscendo la situazione di insicurezza rappresentata dal campo rom".

La questione delle sassaiole contro i mezzi dell’Atac e del danneggiamento dei mezzi nel deposito sono stati al centro di un vertice che si è tenuto mercoledì pomeriggio in prefettura coordinato dal prefetto Bruno Frattasi alla presenza dei rappresentanti delle forze dell’ordine e dagli assessori comunali Barbara Funari (Politiche Sociali), Monica Lucarelli (Sicurezza) ed Eugenio Patanè (Mobilità).

Alla luce del fatto che l’ipotesi dello spostamento del campo, ventilata sia da Patanè sia dal presidente del Municipio XI, Gianluca Lanzi, è attualmente difficile da percorrere anche alla luce dell’individuazione dell’area più adeguata, nel breve termine sono state concordate tre principali misure da adottare: il potenziamento delle telecamere di sorveglianza, l’installazione di reti all’altezza dei varchi da cui provengono le sassaiole e più controlli e presidi da parte delle forze dell’ordine. Provvedimenti che verranno adottati dopo il sopralluogo da parte di forze dell’ordine e tecnici Atac fissato per la prossima settimana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora sassi contro bus Atac a via Candoni: è l'ottavo episodio da inizio anno

RomaToday è in caricamento