Le Sardine tornano a sfidare Salvini: il 16 febbraio a Roma manifestazione in piazza Santi Apostoli

Litigi a parte, torna il tempo della protesta. Fra dieci giorni le Sardine risfidano Salvini. In parallelo infatti si terrà il raduno leghista all'Eur

Sardine a San Giovanni (Foto Ansa)

Le Sardine romane tornano in piazza ancora in chiave anti Salvini. L'appuntamento, a due mesi dall'esordio in piazza San Giovanni, è per domenica 16 febbraio, dalle 17 alle 19, a piazza Santi Apostoli. Quando in contemporanea, dall'altra parte della città, si incontreranno i leghisti all'auditorium Del Massimo all'Eur.

"Piazza San Giovanni andava arditamente riconquistata con entusiasmo e allegria, ma il ritrovo di quella comunità era solo un punto di partenza - scrivono in una nota - il tour nelle periferie romane iniziato l'11 gennaio 2020 continuerà, ma in questo momento, un nuovo pericolo si profila per la Capitale". E allora il mare di pesci che si è opposta ai sovranisti in Emilia Romagna, di fatto contribuendo a fermarne l'ascesa, ora si occupa di Roma. 

"Con tracotanza e arroganza, la parte sovranista del Paese calerà a Roma, ma le Sardine sono pronte a scendere un'altra volta in piazza per contrastare l'ondata di odio" continuano gli attivisti. Pronti a "mettere in fuga" Salvini "con gli antidoti di ascolto, tolleranza e solidarietà". 

Chiarimenti dopo la scissione

Intanto in parellelo si fa chiarezza in merito allo strappo avvenuto nel gruppo, un primo litigio che ha messo i militanti al centro di pesanti critiche. Di pochi giorni fa infatti la scissione annunciata dal primo portavoce romano Stephen Ogongo, già noto per l’apertura a Casapound. Una decisione presa dopo l’incontro che i fondatori delle Sardine di Bologna  hanno avuto con Luciano Benetton, un colloquio che lo stesso ha definito "sbagliato e inopportuno". 

Una posizione quella di Ogongo che in realtà non è stata condivisa da tutti anzi. Oltre duemila attivisti, hanno abbandonato la prima fanpage "Sardine di Roma" e ne hanno lanciata un'altra nominata "6000 Sardine Lazio". Dove oggi oltre a lanciare la manifestazione del 16 febbraio, ci tengano a precisare con un lungo post che il gruppo romano "ha subito un grave attacco da parte di un singolo e pochi altri accoliti, che stanno spaccando in mille pezzi un gruppo di 146.000 persone circa". E ancora, scrivono, "in questo modo hanno deliberatamente attirato sulle Sardine tutte, un'attenzione mediatica negativa. Migliaia di persone sono confuse, arrabbiate e in balia degli eventi. Si sta cercando di rimettere ordine e di risolvere una situazione assai complessa". 

La piazza del 16 febbraio potrebbe rivelarsi anche un'occasione di pace. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Domenica blocco auto a Roma: chi può circolare domani 23 febbraio

Torna su
RomaToday è in caricamento