Politica

Sanità, D'Annibale (Pd): "Asl Rm D calpesta dignità disabili"

Il vicepresidente della commissione Politiche sociali alla Regione Lazio, Tonino D'Annibale afferma che la "Asl Rm D ha una gestione discriminatoria che taglia fuori dai soggiorni estivi decine di disabili"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“La Asl Rm D ha una gestione discriminatoria che taglia fuori dai soggiorni estivi decine di disabili per l’anno in corso. La denuncia arriva da famiglie con un componente affetto da disabilità psichica, disperate perché il loro congiunto, al contrario degli altri anni, non potrà usufruire di una straordinaria opportunità di integrazione e reinserimento psicosociale. Sarà la ormai cronica mancanza di personale delle Asl, oppure la possibilità di effettuare questi soggiorni anche in forma individuale, cosa che inevitabilmente taglia mezzi e risorse, o anche la poca trasparenza nell’assegnazione dei posti disponibili. Ho provato a chiedere spiegazione di come si sia arrivati a una decisione che priva il disabile di una straordinaria opportunità di partecipazione alla vita sociale e ai rapporti interpersonali. Ho chiamato anche il direttore della Asl: non mi ha risposto. Chiederò conto alla Polverini di questa decisione assunta dai massimi dirigenti della Asl Rm D che, di fatto, priva molti disabili della possibilità di andare in vacanza. Una nuova ennesima beffa che calpesta la loro dignità e il loro diritto a una vita libera e tutelata”. Lo afferma il vicepresidente della commissione Politiche sociali alla Regione Lazio,  Tonino D'Annibale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, D'Annibale (Pd): "Asl Rm D calpesta dignità disabili"

RomaToday è in caricamento