menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salva-Roma, il Campidoglio stringe i tempi: piano di rientro e bilancio 2014 entro il 10 aprile

La cabina di regia capitolina si dà una ventina di giorni per elaborare i due provvedimenti. Metodo: ascoltare maggioranza, municipi e parti sociali

Una ventina di giorni per presentare il Piano di rientro al Governo e il bilancio previsionale del 2014. Scade il 10 aprile la dead line che la cabina di regia del Campidoglio, riunitasi per dare concretezza al decreto Salva-Roma, si è data nel corso delle prima riunione che si è tenuta ieri a palazzo Senatorio. Una road map a ritmo serrato che dovrebbe portare a chiudere la partita del risanamento dei conti della Capitale in anticipo rispetto a quanto fissato dal governo Renzi fissato per il prossimo 7 giugno.

Oltre al sindaco Marino alla riunione di ieri hanno preso parte anche gli assessori al Bilancio e alla Mobilità, Daniela Morgante e Guido Improta, quella alla Scuola e coordinatrice di giunta Alessandra Cattoi e il vicesindaco Luigi Nieri. Presenti anche il sottosegretario all'Economia Giovanni Legnini, il deputato Marco Causi (Pd), il neo-segretario del Pd regionale, Fabio Mellilli, e il presidente della Commissione Bilancio Alfredo Ferrari. “Ci siamo dati un calendario strettisismo, dividendoci i compiti, con l'obiettivo condiviso da tutti di arrivare ad approvare il bilancio in Consiglio entro il 30 aprile” ha spiegato il sindaco Marino che ha tracciato le linee guida: non solo tagli e razionalizzazioni ma anche rilancio della città. La prossima settimana dovrebbero arrivare le prime bozze dei due provvedimenti. Una volta definiti dalla cabina di regia i documenti passeranno in Giunta per una prima informativa.

I tempi sono stretti ma il metodo scelto dal primo cittadino sembra essere quello dell'ascolto. Un processo già avviato ieri, nel corso di un consiglio comunale straordinario sul Salva-Roma ma che una volta elaborate le bozze entrerà nel vivo. Marino incontrerà le forze di maggioranza, i presidenti di Municipio e le parti sociali. In base a quanto uscirà da questi incontri e alle eventuali proposte che verranno avanzate dalle diverse realtà incontrate, i documenti verranno rielaborati per poi arrivare ad una approvazione definitiva in giunta entro il 10 aprile. L'obiettivo è quello di arrivare all'approvazione in Assemblea capitolina entro il 30 aprile, data ultima fissata dalla normativa per la presentazione del bilancio in Consiglio.

Intanto prosegue l'iter per la conversione in legge del decreto sugli Enti Locali, che contiene anche le norme del Salva-Roma. Ieri la Camera ha bocciato le pregiudiziali al decreto presentate dal M5S, Lega e Fdi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Attualità

Coronavirus, a Roma 534 casi. Sono 1243 i nuovi contagi nella regione Lazio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento