Politica

Salva-Roma, la Lega attacca Marino: "Insulto agli italiani. Dimettiti"

A prendersela con il primo cittadino della Capitale il leader della Lega Nord Matteo Salvini che tuona contro 'Roma ladrona': "In un Paese civile i politici romani sarebbero in galera"

Non solo l'ostruzionismo degli emendamenti che ieri, insieme a quelli presentati dal Movimento cinque stelle, hanno portato il governo a ritirare il decreto Salva-Roma. La Lega Nord affila i coltelli contro 'Roma ladrona' e attacca direttamente il suo primo cittadino Ignazio Marino. “Caro Marino, spendi di meno oppure dimettiti” scrive su Facebook il leader della Lega Nord Matteo Salvini. “Il sindaco di Roma minaccia di 'bloccare la città' se non gli arriverà l'ennesimo regalo dallo Stato?” afferma.

“La cattiva Amministrazione di Roma è un insulto agli italiani e alle migliaia di Sindaci che, soprattutto al Nord, da tempo hanno faticato, tagliato e risparmiato. Il 'sindaco' dice che in un Paese civile la Lega dovrebbe essere in galera?
No, in un Paese civile sarebbero in galera i politici romani che hanno fatto un debito da record mondiale!” accusa.
Salvini dà appuntamento a Roma: “Ci vediamo il 10 Maggio per il 'Basta Euro Tour' per incontrare la gente ma non i politici spendaccioni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salva-Roma, la Lega attacca Marino: "Insulto agli italiani. Dimettiti"

RomaToday è in caricamento