Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

I titolari di sale giochi e scommesse incalzano Zingaretti: “Riapertura il 20 giugno”

La protesta sotto al consiglio regionale: “Vogliamo solo lavorare”. Poi l’incontro di una delegazione con gli uffici

“Vogliamo solo lavorare” - questo lo striscione esposto da titolari e lavoratori delle agenzie di scommesse, sale slot e bingo in protesta sotto la sede del Consiglio Regionale del Lazio. Una manifestazione che ha fatto seguito alla mobilitazione spontanea di lunedì scorso quando a decine si erano ritrovati in via Cristoforo Colombo per esprimere la loro contrarietà ai tempi di riapertura del settore dettati dalla Pisana. 

La riapertura di sale scommesse e slot nel Lazio

Si perchè un’ordinanza della Regione Lazio ha stabilito il via libera a sale giochi, bingo, scommesse e slot dal 1 luglio: troppo tardi per gli operatori del comparto, circa tremila in tutto il territorio, in lockdown da oltre 100 giorni

Una data di riapertura che però potrebbe essere anticipata. Frutto del dialogo tra una delegazione di rappresentanti dei gestori scommesse, sale slot/vlt e sale giochi da intrattenimento senza vincita in denaro, e gli uffici tecnico-sanitari della Regione. 

Sale giochi, scommesse e slot “riaprono il 20 giugno”

“Le nostre richieste sembra siano state accolte, sta  prevalendo il buonsenso: sabato 20 giugno il comparto delle agenzie di scommesse di tutto il Lazio potrebbe riaprire” - ha annunciato il portavoce della Federazione Italiana Gestori Scommesse, Christian Evangelisti

“Se così fosse, desideriamo sin da subito ringraziare tutti i gestori che liberamente ci hanno aiutato in questo momento difficile per far valere i nostri diritti. Sono stati mesi difficilissimi, che siamo riusciti a superare solo grazie alla solidarietà che ci siamo fatti a vicenda, stringendoci attorno l’un l’altro come una vera comunità. Un grazie di cuore - ha aggiunto - lo rivolgiamo anche a tutti i tecnici, funzionari e consiglieri della Regione Lazio che in questi giorni ci hanno ascoltato e hanno compreso le nostre istanze, elaborato insieme a noi le linee guida necessarie per un'immediata riapertura. La pagina che si è appena scritta rappresenta una bella storia dove la buona politica ha svolto un ruolo di protagonista capace di applicare buonsenso nelle scelte per il bene comune”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I titolari di sale giochi e scommesse incalzano Zingaretti: “Riapertura il 20 giugno”
RomaToday è in caricamento