Politica

Roma-Viterbo, 30 milioni di euro per le nuove tecnologie: “Riduciamo al minimo disservizi”

RFI ha rinnovato il sistema di controllo centralizzato del traffico (CTC) che consente di gestire da remoto la circolazione ferroviaria su tutta la linea

Un investimento complessivo di 30 milioni di euro: Rete Ferroviaria Italiana punta sulle nuove tecnologie di gestione del traffico ferroviario sulla linea Roma – Viterbo (FL3)
Nello specifico RFI ha rinnovato il sistema di controllo centralizzato del traffico (CTC) che consente di gestire da remoto la circolazione ferroviaria su tutta la linea.

Roma-Viterbo: 30milioni di euro per le nuove tecnologie

“Il nuovo sistema tecnologico – spiega l’azienda in una nota - permette di dirigere in modo più efficace il traffico ferroviario direttamente dalla Sala di Comando e Controllo di Roma Termini, garantendo un innalzamento degli standard di affidabilità e regolarità, una maggiore flessibilità nell'uso dei binari e, in caso di guasti, una riduzione al minimo dei disservizi”. 

I nuovi apparati sono realizzati in fibra ottica, garantendo il regolare funzionamento anche in condizioni metereologiche avverse. 

Da RFI ammodernamento della linea Roma-Viterbo

Un ulteriore ammodernamento della linea: “Negli ultimi anni – ricorda Rete Ferroviaria Italiana  - i lavori hanno interessato anche l’infrastruttura, con il rinnovo di binari, traversine e sede ferroviaria, degli impianti di trazione elettrica e di sicurezza”. 

Con l’investimento sulle nuove tecnologie di gestione del traffico ferroviario ecco dunque un nuovo tassello del programma di potenziamento tecnologico e infrastrutturale della Roma-Viterbo completato da RFI, “per offrire un servizio sempre più efficiente e performante”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma-Viterbo, 30 milioni di euro per le nuove tecnologie: “Riduciamo al minimo disservizi”

RomaToday è in caricamento