Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica Centro Storico

Roma verso rifiuti zero: nella Capitale arriva una task force di esperti

Vengono da San Francisco, Boston ma anche da Treviso. A Roma un board internazionale per valutare le migliori pratiche. Montanari: “Abbiamo deciso di confrontarci con chi ha già intrapreso il nostro percorso”

Roma verso rifiuti zero. Un obiettivo ambizioso, da raggiungere seguendo le orme di chi l’ha già conseguito. E’ questo il risultato che si è prefissato il Campidoglio. E che, il prossimo autunno, prevede un'importante tappa, annunciata dall’assessora Montanari. 

“Dal 23 al 26 ottobre, Roma Capitale ospiterà una task force internazionale di esperti per sostenere e rafforzare il proprio percorso verso Rifiuti Zero iniziato con l'approvazione, lo scorso mese di marzo, del Piano per la Gestione Sostenibile dei materiali Post Consumo 2017-2021 – ricorda l’assessora all’Ambiente di Roma Capitale -  Per la prima volta Roma si è dotata di un piano concreto e misurabile per la riduzione di 200.000 tonnellate all'anno degli scarti da smaltire in discarica o inceneritore e per portare la raccolta differenziata al 70%. Questi obiettivi e le metodologie per raggiungerli saranno al centro di un importante confronto internazionale organizzato in collaborazione con Zero Waste Italy e Zero Waste Europe”.

La discontinuità con il passato

La strada che conduce la Capitale tra le città più virtuose nella gestione dei rifiuti è ancora lunga. Ma è stata intrapresa, con risultati alterni, già nel corso delle precedenti amministrazioni. Al riguardo Montanari non dimentica di sottolineare che “In passato non sono mancati gli incontri tra le Amministrazioni Capitoline e quelle di città come San Francisco, che è stata la prima metropoli al mondo ad adottare una strategia Rifiuti Zero. Ma alle parole non sono seguiti i fatti. Per questo abbiamo deciso di confrontarci con chi ha già intrapreso il nostro stesso percorso verso Rifiuti Zero solo dopo aver deliberato e avviato il nostro piano. L'agenda prevede incontri istituzionali, seminari tecnici, confronti con le parti sociali: tutti gli appuntamenti saranno molto concreti e operativi”.  

La task force internazionale

Al meeting internazionale previsto per il prossimo autunno, sono stati invitati i principali esponenti della filosofia Zero Waste. Dal popolare professor Paul Connet della Lawrence University di Canton, che avrà il compito di coordinare l’international Board, a Jack Macy, coordinatore del progetto per San Francisco. Ed ancora Amy Perlmutter da Boston e Ruth Abbe, il presidente Zero Waste Usa. Tra gli altri, anche il direttore di Contarina Spa. L’azienda del trevigiano, a totale partecipazione pubblica già oggi  riesce a differenziare l’85% dei rifiuti. La sfida è lanciata.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma verso rifiuti zero: nella Capitale arriva una task force di esperti

RomaToday è in caricamento