Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Roma Tpl, pagati gli stipendi per 1850 dipendenti: "Ora una soluzione strutturale"

Lo comunica in una nota l'assessore ai Trasporti Stefano Esposito. Dopo l'ennesimo ritardo il versamento "è un ottima notizia". Poi continua: "E' soltanto il primo passo"

L'ultima, ennesima, sollecitazione era arrivata martedì scorso: "Lo stipendio dei lavoratori di Roma Tpl è in ritardo di due mesi" la denuncia dell'Unione sindacale di base che esortava l'assessore capitolino ai Trasporti Stefano Esposito ad intervenire. Oggi a diffondere la notizia del loro pagamento è lo stesso Esposito: "Il pagamento degli stipendi da parte di Roma Tpl a 1850 dipendenti è un’ottima notizia che accolgo con grande piacere" ha scritto in una nota. 

L'assessore rivendica un ruolo in questa 'buona notizia'. Scrive nella nota: "Grazie all’intervento dell’Amministrazione, e al lavoro di concertazione portato avanti in questo periodo con i vertici dell’azienda Roma Tpl, e in particolare con il Direttore Generale Cialone, quasi 2000 lavoratori dipendenti della stessa Società, e di alcune Società consorziate, possono tornare a ricevere le competenze a loro spettanti, dopo quasi un mese di ritardo”.
 
“Ovviamente quello compiuto nella giornata odierna è soltanto un primo importante passo: fin dai prossimi giorni lavoreremo con l’obiettivo di risolvere la situazione in modo strutturale” conclude la nota. Infatti non è la prima volta che i lavoratori protestano perché percepiscono gli stipendi in ritardo. A ondate le proteste durano da ormai circa un anno con diversi scioperi e presidi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma Tpl, pagati gli stipendi per 1850 dipendenti: "Ora una soluzione strutturale"

RomaToday è in caricamento