Roma Tpl, Cgil scrive a Renzi: "Situazione intollerabile, serve una soluzione"

Filt Cgil di Rieti - Roma Est Valle dell'Aniene ha scritto alle più alte cariche dello Stato: "Serve un urgente interessamento" per raggiungere una soluzione "concreta"

Volantinaggio sugli autobus

È arrivata sul tavolo delle più alte cariche dello Stato la difficile situazione dei lavoratori della Roma Tpl. Lunga e la lista a cui è indirizzata una lettera della Filt Cgil di Rieti – Roma Est Valle dell'Aniene, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al presidente del Senato Pietro Grasso passando a quella della Camera Laura Boldrini fino al premier Matteo Renzi. Poche righe “per rappresentare l'intollerabile situazione in cui versa il trasporto pubblico locale privato nella periferia di Roma” esordisce la lettera con la quale il sindacato Chiede “un urgente interessamento” per raggiungere una soluzione “concreta”. 

“Ad oggi i lavoratori sono privati dei loro diritti fondamentali, come la retribuzione (ancora non percepita), il futuro pensionistico (mancati versamenti al fondo complementare)  e del completo azzeramento del II livello di contrattazione pari a circa 250 euro mensili” continua la lettera. “Le iniziative intraprese a livello locale da lavoratori e sindacati di categoria, nonchè le richieste di trasparenza e chiarimenti sul futuro di circa 1900 famiglie sembrano riscontrare solo un muro di indifferenza da parte dell'amministrazione di Roma Capitale e dell'azienda, con continui e stressanti rimpalli di responsabilità”.

Intanto la situazione dei lavoratori, con 22 giorni di ritardo nel versamento dell'ultimo stipendio, peggiora con il passare dei giorni. La disperazione è palpabile. L'ennesimo ritardo è arrivato al termine di oltre un anno di difficoltà e incertezze economiche che hanno già messo a dura prova le casse dei dipendenti di Roma Tpl e per molti è diventato difficile onorare mutui e affitti o rispettare le normali scadenze di una famiglia. Da questa mattina sui bus e ai capolinea sono stati distribuiti dei volantini per informare gli utenti dei bus della situazione. “Roma Capitale e Roma Tpl stanno a 'discute'. Intanto 'noantri' lavoratori 'stamo' senza 'sordi' da 22 giorni” uno dei cartelli attaccati sui bus che svolgono il servizio periferico. 

“Abbiamo ricevuto diverse manifestazioni di solidarietà da parte dei cittadini preoccupati sia delle nostre condizioni di lavoro, sia del servizio” spiega Marco Rodari, rsu Filt Cgil. “Per l'ennesima volta, quando il meccanismo si inceppa, pesanti conseguenze ricadono sui lavoratori. E il trascinarsi di questa situazione sta portando a forti ripercussioni economiche per i dipendenti che ormai non riescono più a fronteggiare le spese”. 

“Per l'ennesima volta i lavoratori della Roma Tpl restano senza stipendio. Sono stremati in quanto senza garanzie nello stipendio è impossibile pagare un mutuo o un affitto” il commento di Michele Frullo dell'Unione sindacale di base. “Non è più possibile andare avanti così e tra poco non si riuscirà più a garantire la loro presenza sui posti di lavoro. Chiediamo che il Prefetto si faccia carico di convocare le parti in causa per garantire ciò che spetta di diritto ai dipendenti della Roma Tpl. Questa è la testimonianza, ancora una volta, che il privato non funziona”. 

Come ampiamente spiegato dall'assessore alla Mobilità Linda Meleo, il ritardo degli stipendi di questo mese è stato causato da una serie di “anomalie” riscontrate dall'amministrazione capitolina che si è presa più tempo per versare le spettanze a Roma Tpl. Secondo fonti sindacali i nuovi ritardi sarebbero stati causati da ulteriori verifiche a livello contributivo, necessarie a sbloccare tali somme: “Ci è arrivata comunicazione che i pagamenti sono stati sbloccati. La tesoreria del Comune dovrebbe versare 5 milioni di euro tra oggi e domani e altri due milioni e mezzo lunedì prossimo. Speriamo che Roma Tpl effettui immediatamente i bonifici nei confronti dei lavoratori”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento