rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Politica

Roma Tpl, Esposito incontra i sindacati: sciopero differito al 2 ottobre

A far slittare la protesta Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Faisa Cisal, convocati martedì prossimo dall'assessore. Da affrontare il nodo dei ritardi nel versamento degli stipendi. Rimane invece la mobilitazione per Sul, Faisa Cisal e Usb

Finisce sul tavolo dell'assessore Esposito la vertenza di Roma Tpl. Dopo l'incontro di ieri in Prefettura, convocato nel tentativo di scongiurare lo sciopero di 24 ore indetto da tutte le sigle sindacali (dai confederali a Sul, Faisa Cisal e Usb) per martedì prossimo, dall'assessorato è arrivata la comunicazione del titolare della Mobilità Stefano Esposito: “In seguito alla ricezione del verbale dell’incontro che si è svolto in Prefettura alla presenza di alcune sigle sindacali ho deciso di convocare presso l’assessorato, martedì 15 settembre, gli stessi rappresentanti dei lavoratori che hanno preso parte all’incontro odierno, per discutere della vertenza su Roma Tpl e, in particolare, della situazione relativa al pagamento degli stipendi dei lavoratori".

Al tavolo siederanno i rappresentanti di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Faisa Cisal che hanno deciso di  differire lo sciopero al 2 ottobre mentre martedì prossimo, in concomitanza con l'incontro, fuori dall'assessorato si terrà un sit-in dei lavoratori a sostegno della vertenza. Rimane invece la mobilitazione per Sul, Faisa Cisal e Usb. 

Al primo punto della discussione "i continui ritardi nel versamento degli stipendi" spiega Stefano Rinaldi della Filt Cgil. "Ancora stiamo aspettando quello di agosto". Sul tavolo anche la retribuzione di 'secondo livello'. In particolare "l'indennità Erg, un riconoscimento economico destinato ai giovani stabilito da un accordo stipulato nel 2008 dall'allora assessore Marchi e l'azienda il cui importo non è mai stato riconosciuto dal Comune" continua il sindacalista. "Da tre mesi in busta paga gli autisti di Roma Tpl non percepiscono più i circa 80 euro di indennità Erg. Inoltre l'azienda sta provvedendo a recuperare quanto è già stato versato". Risultato: "Stipendi da 1200 euro circa mensili sono alleggeriti ogni mese di circa 160 euro".

E ancora: "Dichiarando come causa la crisi l'azienda ha sospeso l'erogazione del 'Pdr', il premio di risultato che non viene più riconosciuto". Infine "vorrei ricordare che questi lavoratori vengono da un anno di solidarietà, stabilita per evitare il licenziamento di circa 300 persone". Anche in questo caso "buste paga più leggere di circa 300 euro".  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma Tpl, Esposito incontra i sindacati: sciopero differito al 2 ottobre

RomaToday è in caricamento